Come coltivare il campanellino

Guida Guida

Vuoli coltivare il campanellino? Ecco come

Particolarmente bello nella sua semplicità, il Campanellino (nome scientifico Leucojum), può abbellire il vostro giardino limitando il vostro impegno per piantarlo. Ecco, in questa guida, alcuni consigli su come coltivare il campanellino al meglio.

I bulbi del campanellino, vanno piantati (a circa 5 centrimetri di profondità) in questo periodo autunnale o a fine estate e possono essere utilizzati sia in vaso dentro casa - ma solo poco prima della fioritura - sia in giardino per bordure.

La terra deve essere ben drenata, umida e concimata abbondantemente con sostanza organica.

Questi fiori hanno vita lunga, ma ogni 2 o 3 anni è necessario dividere i bulbi intorno a quello principale.

L'esposizione è perfetta a mezz'ombra, a parte per la varietà estiva, che preferisce il pieno sole. In ogni caso, la resistenza ad alte e basse temperature, è particolarmente sviluppata in questa pianta.

Essendo il terreno sempre umido, l'annaffiatura è necessaria solo in periodi di siccità, ma sempre senza esagerare.

Le piante coltivate in vaso vanno rinvasate in questi giorni a cavallo tra settembre ed ottobre. Ricordate di usare lo stesso terriccio della coltivazione.

E' utile tagliare le foglie secche e danneggiate dalla muffa grigia e dai parassiti (soprattutto larve di mosca).

Ecco fatto, tutti in giardino finchè dura il sole!
 

Attenzione quando comprate

Lo stato di salute deve essere perfetto all'acquisto, in caso contrario, i parassiti potrebbe presentarsi con più facilità
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI