Come coltivare il caprifoglio

Guida Guida

Ecco alcuni consigli per la coltivazione del caprifoglio, pianta ideale per creare una siepe bella e profumata. Al lavoro!

Se siete in cerca di una pianta rampicante, ideale per una siepe bella e profumata, il caprifoglio è quello che fa per voi. Con fiori tubolari o campanulati in colori che variano dal giallo al rosso (ma ci sono anche bianchi), questa pianta comprende molte specie diverse, alcuni caratterizzate da una crescita spontanea nelle zone boscose.

In questa guida vedremo come coltivare il caprifoglio in modo facile, anche se non avete il pollice verde.

Questa è una pianta da esterni che può essere coltivata in piena terra o in vaso: ad aprile/maggio si mettono a dimora le specie sempreverdi, meglio se in un terreno sciolto, ben drenato e ricco di sostanze organiche. Per mantenere la forma a siepe, è necessario potare in primavera ed estate.

La resistenza anche ad alte temperature è buona (anche per quanto riguarda quelle basse), quindi pieno sole o mezz'ombra, come  collocamento, vanno bene. Per le rampicanti, l'ideale è base in mezz'ombra e chioma in pieno sole.

L'annaffiatura è da prendere in considerazione solo per le piante giovani subito dopo la piantagione oppure in periodi di particolare siccità.

La rinvasatura si fa in primavera e sono se il vaso non riesce più a contenere le radici della pianta.

Al momento dell'acquisto, scegliete piante che hanno una ottima ramificazione: se così non è, cambiate pianta.

Occhio agli afidi

Attenzione agli afidi, molto aggressivi con questa pianta: combatteteli con aficidi.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI