Come coltivare il geum

Guida Guida

Il geum? Un fiore bellismo per il nostro giardino, ecco come coltivarlo!  

Il geum, pianta non molto nota, è composto da circa 40 specie, erbacee e perenni, utilizzate quasi sempre per fini decorativi (anche tappezzanti) avendo fiori molto grandi e belli, con colorazioni che vanno dal giallo al rosa intenso.
Le dimensioni, in base alla specie, possono variare dai 20 centimetri fino ad un massimo di 60. In questa guida vediamo come coltivare il geum.

Queste piante vanno coltivate in piena terra, la quale deve essere fertile, con molta sostanza organica, umido (le zone che preferiscono sono abbastanza fredde e umide) ma senza la presenza di ristagni d'acqua, molto dannosi per i fiori.

Distanziatele bene


Le piante, che vanno messe a dimora ad una distanza di almeno 30 centimetri l'una dall'altra, si posizionano nel terreno (con terricci torbosi e concimazione chimica ancora meglio) a settembre o marzo, valutate bene il clima.

Come detto, le temperature basse non mettono in difficoltà la pianta: se il clima è mite, meglio posizionarle a mezz'ombra, così che non soffrano il caldo, se invece, la zona di piantagione è particolarmente rigida, è necessario un posizionamento a pieno sole: sono resistenti ma senza esagerare (la temperatura ottimale di crescita è tra i 18 ed i 25 °C).

L'umidità del terreno è fondamentale, quindi, soprattutto nei periodi di maggiore siccità, bagnate con frequenza la pianta, il terreno deve essere sempre fresco ma senza ristagni, questi possono comportare pericolosi marciumi: siate equilibrati.

Attenzione anche al ragnetto rosso (presente nei periodi più secchi) che provoca ingiallimenti sulle foglie: combattetelo con acaricidi appositi.

Buon lavoro nel vostro giardino fiorito!

In primavera

La semina si fa in primavera solitamente, quindi questo è il periodo migliore per comprare le piantine.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI