Come coltivare una pianta di avocado

Guida Guida

Dopo aver mangiato il nostro buonissimo avocado, piantiamo il nocciolo ed ecco una pianta perfetta per la nostra casa. Vediamo come coltivarla.

Per questa guida uniamo l’utile al dilettevole, o, sarebbe meglio dire, il gusto all’estetica. Tutto parte dall’avocado, frutto buonissimo e dai mille usi (il sushi per esempio) e proprietario di un nocciolo da cui possono nascere piante bellissime, perfette per arredare la nostra casa. Quindi, gustato il nostro avocado, via con la coltivazione, ecco come.

Il necessario è molto semplice, oltre al protagonista avocado (meglio se ben maturo), ci serve del terriccio, della sabbia, un coltello, dei vasetti di vetro, un vaso con diametro circa 15, 20 centimetri ed alcuni stuzzicadenti.

Disposto il tutto sul nostro piano di lavoro, tagliamo l’avocado, facendo scorrere la lama intorno al nocciolo evitando di rovinarlo ed estraiamolo. A questo punto possiamo già fare una pausa per mangiare il nostro frutto!

Torniamo al lavoro dopo lo spuntino: laviamo il nocciolo ed infilziamolo con tre stuzzicadenti. Questi devono essere vicini e messi alla stessa distanza, vicino alla metà. A questo punto scatta l’equilibrismo: mettiamo il nostro nocciolo appoggiato attraverso gli stuzzicadenti sull’apertura del vasetto di vetro, il quale deve essere pieno d’acqua. La metà del nocciolo deve essere totalmente immersa.

Ora posizioniamo il vasetto su di un davanzale al caldo ed aspettiamo circa venti giorni, a quel punto il nocciolo si spaccherà. Dopo un mesetto, dalla parte sommersa crescerà una radice, dall’alto si svilupperà la pianta.

Aspettiamo che lo stelo sia lungo una decina di centimetri ed invasiamo il tutto nel nostro vaso, pieno di terriccio e sabbia mischiate.

Bagniamo giornalmente la terra per la prima settimana, poi una volta ogni sette giorni almeno.

Ed ecco qui la nostra pianta, che possiamo anche sviluppare come cespuglio, potando la pianta all’estremità ed attendendo lo sviluppo delle ramificazioni.
 

Fai più tentativi

È necessario avere più noccioli a disposizione da tenere come riserva, infatti non tutti diventano piante!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI