Come realizzare un cestino di piante sospeso

Guida Guida

Se in casa avete poco spazio da dedicare al verde, potete sempre dar vita a un "giardino" sospeso con vasi da appendere. Ecco come fare!

Spesso, nelle nostre case, lo spazio dedicato al verde è purtroppo sacrificato ma per non rinunciare a un piccolo angolo di natura in soggiorno, in bagno o in cucina puoi sfruttare il poco spazio che hai a disposizione appendendo al soffitto dei portavasi. Ma come si realizza un cestino di piante sospeso?

Scegli un solo tipo di pianta per cesto, che cresca bene in appartamento, che non necessiti di molte cure e che magari non abbia troppo bisogno di luce: molto indicati sono la felce, il cisso, il potos, il sygonium.

Vanno bene anche piantine aromatiche come il mirto, la maggiorana e il rosmarino se decidi di appendere il basket in una zona ben illuminata della cucina.

Prediligi la scelta di un terriccio universale, da mantenere sempre soffice e umido, evitando accuratamente ristagni di acqua che potrebbero far marcire le piante.

Appendi cestini del diametro tra i 15 e un massimo di 25 cm: non appenderne di più grandi perché il peso diventerebbe eccessivo.

In commercio sono disponibili diversi modelli di cestini sospesi già dotati di ganci, vasi e sottovasi: modelli in plastica, cestini realizzati in rete di metallo, basket in polipropilene ecc. Ma se preferisci fare da te, puoi costruire così il tuo cestino sospeso: in un secchio di latta inserisci un cestello in metallo ricoperto di plastica per evitare il formarsi della ruggine.

Rivesti l’interno con del materiale naturale come la fibra di cocco e pratica della fessure verticali, ben distanziate tra loro, lungo tutto il bordo superiore della parete del rivestimento. Versa il terriccio fin sotto la fessura e incomincia a disporre le piante: alcune le inserirai nella terra, infilandole attraverso le fessure, altre le posizionerai al centro della composizione.

Ricorda di inumidirle prima di piantarle nel terriccio e poi taglia la parte in eccedenza della fibra di cocco lasciando circa due o tre cm per risvoltare l’orlo del cesto. Applica poi almeno tre catenelle munite di ganci al bordo del secchio, uniscile in un unico tassello e appendi al soffitto con una vite a pressione il tuo basket vegetale.

Per annaffiare le piante ti conviene sganciare il cestino e immergere il vaso direttamente nel lavabo riempito di acqua o in un catino; lascia sgocciolare per qualche minuto stando attento a rimuovere l’acqua stagnante nel sottovaso che tenderebbe a fuoriuscire una volta riappesa la pianta. In alternativa, se non vuoi sganciare il cesto, usa un innaffiatoio a becco lungo o un tubo per irrigazione del diametro di 1 cm munito di una canna di bambù all’estremità per renderlo rigido e poter così arrivare all’altezza necessaria.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI