Come pulire balconi e terrazzi

Guida Guida

I balconi e i terrazzi sono esterni importanti di una casa e necessitano delle stesse cure dedicate agli interni.

Con l’arrivo della bella stagione, i balconi si riempiono di fiori e le terrazze diventano i luoghi ideali per un bel pranzo all’aperto o per prender un pò di sole, purtroppo però, rappresentano anche gli ambienti più trascurati delle nostre abitazioni: agenti atmosferici e polvere li sporcano più di quanto si possa pensare, proprio per questo motivo andrebbero curati e tenuti in ordine molto più di tutti gli altri locali.

Prima di iniziare a pulire pavimenti e ringhiere ricorda di riunire in un'unica zona i vasi e se ne hai anche alcuni sulla balaustra spostali

Spazza energicamente con una scopa di saggina sia il pavimento, che le pareti, che le ringhiere in modo da asportare la polvere, quindi passa al lavaggio vero e proprio.

Se la tua terrazza ha un pavimentazione in cemento puoi lavarla con acqua e ammonica (tre cucchiai per litro), se invece è piastrellato lava le piastrella con detersivo diluito in acqua: per risciacquare getta un secchio d’acqua sul pavimento e sfrega bene con lo spazzolone.

Volendo, per pavimenti in ardesia, dopo il lavaggio con acqua e detersivo, puoi anche passare un leggero strato di cera, soprattutto se si tratta di una pavimentazione nuova.

Le scanalature tra le piastrelle sono i punti più difficili da trattare perché è lì che vi si deposita maggiormente lo sporco: se il solo passaggio della scopa di saggina non basta, prova con dei getti di vapore oppure strofina con il classico spazzolino da denti.

Se il tuo balcone presenta un pavimento con piastrelle rosse, per ravvivarne il colore, puoi spargerci sopra della nafta, aspettare quattro o cinque giorni e poi ripassarlo con un straccio imbevuto di acqua. Invece, nel caso in cui le piastrelle siano in cotto basterà lavarle con una soluzione di acqua e aceto.

Pulisci le ringhiere in ferro accertandoti che non vi siano punti di ruggine: se è il caso provvedi ad asportarla con del panno imbevuto di petrolio e poi lava con acqua e ammonica quindi lasci asciugare e passa uno straccio imbevuto di olio per lucidare la superficie.

Per balaustre in cemento è sufficiente spazzolare con acqua e ammoniaca, se invece la ringhiera è in alluminio lavala con acqua e sapone di Marsiglia, sciacqua, fai asciugare e passa un prodotto protettivo appositamente studiato per lucidare l’alluminio.

Se la ringhiera è in marmo passa un prodotto detersivo delicato, sciacqua, asciuga e lucida con una cera per marmo; se invece la balaustra presenta pannelli di vetro spolverali con uno scopino asciutto e passa un panno imbevuto di un prodotto specifico per vetri.

Foto © jkraft5 - Fotolia.com

È meglio mantenere asciutte le setole della scopa nel momento in cui la passerai sulle pareti: devi cercare di evitare di bagnare i muri per non macchiarli.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI