Come riparare la tappezzeria danneggiata

Guida Guida

La tappezzeria è un rivestimento molto delicato: basta un nonnulla per danneggiarla o macchiarla. L’umidità la può gonfiare creando delle bolle, un urto la può lacerare, bucare o screpolare: se non è ancora arrivato il momento di sostituirla completamente, puoi intervenire con un certa facilità per riparare questi piccoli ma antiestetici danni.

La tappezzeria è un rivestimento molto delicato: basta un nonnulla per danneggiarla o macchiarla. L’umidità la può gonfiare creando delle bolle, un urto la può lacerare, bucare o screpolare: se non è ancora arrivato il momento di sostituirla completamente, puoi intervenire con un certa facilità per riparare questi piccoli ma antiestetici danni.

L’ideale sarebbe avere conservato un ritaglio della stessa tappezzeria, applicata in precedenza, in modo da poter effettuare delle sostituzioni perfette, quasi invisibili, con le parti danneggiate.

Con un paio di forbici ritaglia un quadrato di carta da parati della dimensione tale da ricoprire completamente la zona rovinata. Posiziona il ritaglio sul muro in modo che i mortivi grafici della tappezzeria coincidano e fissa il pezzo con del nastro autoadesivo di carta. Con un cutter incidi un triangolo o qualsiasi altra forma geometrica compatibile con il danno e taglia contemporaneamente sia la vecchia che la nuova tappezzeria. Sempre con l’aiuto del cutter stacca dal muro il triangolo di tappezzeria danneggiato e spalma sul retro del triangolo nuovo della colla speciale per giunzioni.

Incolla il nuovo pezzetto nello spazio rimasto vuoto e premi, senza esagerare, contro il muro, passa poi un rullino sui bordi per appianare e se la colla fuoriesce dalle fessure di giunzione assorbila subito con uno straccio.

Nel caso in cui un foglio laterale della tappezzeria tenda a staccarsi dalla parete puoi cercare di fermarlo con un bordino di legno bloccato con alcuni chiodini.

Le classiche bolle d’aria possono essere incise con un taglierino, praticando un taglio a X e rincollando i lembi oppure si può aspirare l’aria con una siringa e iniettare, tramite dei piccoli fori, nuovamente della colla. Eviterete così di chiamare un tappezziere.

 

 

 

Se la parte danneggiata fa fatica a staccarsi dal muro, inumidisci la zona tamponandola con una spugna bagnata.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI