Come scegliere le tinte: pregi e difetti delle vernici

Guida Guida

Dipingere con un nuovo colore le pareti di casa è alla portata di tutti a patto che si scelgano in modo corretto tinte, stile, tecniche e strumenti adatti.

Sei indecisa sul tipo di vernice da scegliere per le pareti di casa tua? Quando si opta per tinteggiare casa occorre tenere presente alcuni fattori come lo stile d’arredo e il tipo di illuminazione presente nei locali.

Tra le tante vernici in commercio la scelta più tradizionale ricade di solito sul bianco di calce, ideale per pareti senza intonaco e soggette a umidità ma vi sono tanti altri tipi di tinte come le vernici ecologiche, le vernici idrosolubili, le emulsioni a base d’acqua e gli smalti a base oleosa.

Ma vediamo nel dettaglio pregi e difetti dei principali tipi di vernici usate per tinteggiare casa iniziando dalle idropitture, vernici a base d’acqua e proprio per questo motivo meno dannose per la salute.

Esistono diversi tipi di idropitture da quelle traspiranti ideali per ambienti soggetti a muffe alle termoisolanti che impediscono il formarsi della condensa: le idropitture sono coprenti, asciugano in fretta e non attirano la polvere ma, benché siano lavabili, non si possono smacchiare.

Le pitture ecologiche, composte da sostanze naturali di origine animale o vegetale sono atossiche e quindi ideali per chi soffre di allergie ed asma: offrono una copertura omogenea delle superfici in fase di applicazione che risulta superiore a quella delle vernici chimiche spendendo però qualcosa in più.

I rivestimenti plastici sono più indicati per tinteggiare le pareti esterni poiché sono caratterizzati da una resina sintetica che costituisce una sorta di sottile pellicola particolarmente resistente agli agenti atmosferici.

Purtroppo i rivestimenti plastici, non essendo solubili all’acqua, risultano difficili da lavare e smacchiare a meno di fare ricorso a diluenti alla nitrocellulosa

Le pitture ai silicati, a base di silicato di potassio, sono particolarmente durevoli e resistenti all’umidità, agli agenti atmosferici e allo smog: prima di applicarle è necessario pulire e trattare appositamente la superficie per evitare la formazione di macchie e difetti vari.

Le vernici a smalto, a base di resine sintetiche, sono in grado di soddisfare ogni esigenza estetica perché disponibili nella versione lucida, semilucida e opaca ma purtroppo hanno un costo elevato.

Foto © Warren Goldswain - Fotolia.com

Vernici metallizzate e glitterate

Se desideri un tocco di originalità in più opta per le vernici metallizzate e glitterate: le prime sono disponibili nelle versioni oro, argento, rame e bronzo; le seconde, una volta asciutte, lasciano un velo luccicante quasi vetrificato.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI