Come fare il bagno al furetto

Guida Guida

L'igiene e la pulizia sono requisiti di base per la salute e il benessere di ogni animale. E il furetto non fa eccezione. In questa guida vedremo come mantenere il nostro furetto pulito e ordinato con il bagnetto.

L'igiene e la pulizia sono requisiti di base per la salute e il benessere di ogni animale. E il furetto non si sottrae a questa regola. Benché si dica, infatti, che il suo comportamento è per tanti aspetti simile a quello di un gatto non ha la stessa cura maniacale per la pulizia. Questo significa che il furetto deve essere lavato regolarmente e con maggior frequenza rispetto al gatto: ogni due mesi o meno se gioca e si sporca molto, ma senza esagerare.

Vediamo quindi come mantenere il nostro furetto pulito e ordinato imparando a fargli il bagnetto.

  1. Procuratevi una bacinella. Se non ne avete una adatta anche il lavandino andrà benissimo, l’importante è che l’animaletto non scivoli o si faccia male cercando di scappare.
  2. Scegliete uno shampoo adatto a lui (lo trovate nei negozi specializzati). Se il vostro furetto ha le pulci e non trovate shampoo antipulci specifico potete utilizzarne uno per gattini.
  3. Controllate che la stanza sia sufficientemente calda e senza correnti d’aria pericolose per la salute dell’animale.
  4. Riempite la bacinella (o il lavandino) con acqua tiepida, ma senza esagerare: il livello dell’acqua quando immergerete il vostro furetto non dovrà oltrepassare il livello delle sue spalle. La testa dell’animale dovrà restare fuori dall'acqua.
  5. Mettete il furetto nell’acqua e bagnatelo sorreggendolo sempre con l’altra mano. Cominciate a insaponargli il pelo, avendo cura di non fare entrare la schiuma negli occhi e prestando attenzione a che il furetto non ingerisca lo shampoo.
  6. Dopo aver insaponato e massaggiato il furetto, sciacquate abbondantemente in modo che non rimangano residui di sapone.
  7. Asciugatelo bene con un asciugamano asciutto e pulito. Oppure provate a mettere l’asciugamano sul pavimento: è probabile che sia il furetto a cercare di asciugarsi da solo, rotolandoci sopra. Potete anche asciugare il furetto utilizzando il phon se lo tollera, ma fate attenzione a impostare un getto d'aria moto basso e la temperatura moderata.


photo credit: originalpozer via photo pin cc

Una spazzolata per finire

Dopo il bagno non resta che spazzolare il nostro furetto per completare il trattamento di bellezza: usate una spazzola specifica per furetti o una per gatti se non ne trovate, ma fate attenzione a spazzolare con delicatezza, per non irritare o ferire la pelle dell'animale poiché le spazzole per gatti hanno le setole più lunghe, in ragione della maggiore lunghezza del pelo del felino.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI