Missione cucciolo: come aiutare i pet a capire dove sporcare

Guida Guida

Il tuo cagnolino fa i suoi bisogni in casa? Ecco alcuni consigli preziosi su come educare il cucciolo a sporcare nel luogo scelto.

Quando il cucciolo arriva a casa è una gioia per tutta la famiglia! Sono tante, però, le regole da insegnare al nuovo arrivato. Prima fra tutte: il cagnolino deve imparare a fare i suoi bisogni fuori casa.

Certamente il cucciolo i primi giorni tenderà a fare pipì e pupù un po’ ovunque e dovrai intervenire nella maniera opportuna per educarlo e non spaventarlo, evitando di provocargli paure e timori. Nel momento in cui ti accorgi che il cucciolo sta per fare pipì, devi intervenire pronunciando a voce alta e in tono deciso un secco “NO” e devi portarlo immediatamente nel luogo dove hai stabilito che debba sporcare. L’ideale sarebbe avere un giardino, per abituare il cane a sporcare fuori.

In alternativa si può decidere di scegliere un angolo del balcone o del terrazzo oppure una zona della casa, preferibilmente lontano da dove il cane mangia e dorme, dove in precedenza avrai posizionato dei tappetini assorbenti

Una delle migliori marche in commercio di tappetini assorbenti è la linea Inodorina con il tappetino igienico Inodorina Training, disponibile nelle profumazioni lavanda o fiori di campo.

Questo tappetino è super assorbente e ipoallergenico perché costituito da polimeri odor control che garantiscono massima igiene, sia alla casa che al pet. Dotato di sticker adesivo per fissarlo al pavimento, il tappetino igienico Inodorina Training ha uno strato inferiore impermeabile che impedisce qualsiasi fuoriuscita di liquido e uno strato superiore, in pura cellulosa vergine, che assicura il massimo assorbimento del liquido, mentre i polimeri odor control impediscono la formazione dei cattivi odori.

Avete dei cuccioli in casa? La soluzione per abituarli a sporcare nel posto desiderato è Swiftie Trainer, un attrattivo che aiuta l’addestramento domestico dei cuccioli, ideale da utilizzare in combinazione con i tappetini igienici.

Assolutamente da evitare sono le punizioni, come, ad esempio, bloccare il muso del cucciolo proprio dove ha fatto pipì, magari dandogli anche un paio di sculacciate. Questi metodi educativi, usati in passato, si sono rivelati completamente sbagliati e anzi hanno dimostrato di essere dannosi per lo sviluppo psicologico ed emotivo del cane. Molto meglio puntare invece su un insegnamento basato sul rinforzo positivo, cioè premiando con biscottini, carezze e complimenti il cane quando fa i bisognini laddove si desidera.

Tieni presente che il cucciolo ha bisogno di fare i bisognini molto spesso: all’incirca tende ad urinare come minimo 8 volte al giorno e defecare circa 3 volte al giorno. Di solito tende a sporcare 15 minuti dopo aver mangiato e pochi minuti dopo essersi svegliato o aver finito di giocare.

Spetterà dunque a te organizzare le sue uscite di conseguenza: in genere, poco prima di fare i suoi bisogni, il cucciolo assume un comportamento particolare, cioè inizia a girare su se stesso e ad annusare il terreno. Dovrai quindi imparare a leggere questi comportamenti in tempo per portare all’aperto il cucciolo: una volta che avrà iniziato a fare pipì e pupù fuori, premialo ogni volta con un biscottino e dopo un po’ sostituisci il biscottino con una carezza o un complimento. Vedrai che con un po’ di pazienza e tanto amore il tuo cucciolo imparerà a non fare i suoi bisogni in casa.

Foto © CallallooAlexis - Fotolia.com

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI