Come prevenire il mal d’auto del cane

Guida Guida

L'arrivo dell'estate vi ha fatto venir voglia di vacanze e gite fuori porta ma temete che il vostro cane come al solito non regga il viaggio? Forse soffre solo di mal d'auto. I rimedi però ci sono. Ecco come partire felici col vostro amico.

Anche i cani possono soffrire di mal d’auto (o chinetosi). Secondo alcune stime quasi la metà (48%) dei cani adulti ha problemi a viaggiare in macchina.
Si tratta quindi di un problema molto frequente che, oltretutto, ha notevoli ripercussioni sullo stato di benessere dell’animale e sulla vita dei padroni.

Il 58 per cento dei possessori di un cane col mal d’auto continua, infatti, a viaggiare nonostante i sintomi, ma circa un terzo (34%) rivela che viaggerebbe più spesso se il proprio pet non ne soffrisse.
Quelli che si rivolgono al veterinario sono però davvero pochi. Insomma, la maggior parte delle persone che ha questo problema fa una mediazione tra la salute del cane e le proprie esigenze senza soddisfare in realtà pienamente nessuno. La cosa più ovvia da fare in questi casi è invece affrontare il problema con l’aiuto di esperti che hanno le informazioni e gli strumenti adatti a risolverlo.

A cosa è dovuto

I meccanismi precisi alla base del mal d'auto non sono del tutto chiari. Ma si sa in alcuni soggetti (uomini o animali) l’incoerenza tra le informazioni che arrivano a livello centrale da occhi, orecchio interno e propiocettori (i recettori di posizione e movimento del corpo situati nei muscoli, nelle articolazioni e nei tendini occhio) genera una sorta di conflitto neurosensoriale al quale l’organismo reagisce con una iperstimolazione del sistema parasimpatico e quindi con i sintomi di nausea,  "vertigine", nausea e vomito.
Perché questo accada in alcuni ma non in tutti quelli che viaggiano su un mezzo non è noto ma si sa che ansia e stress possono favorire o aggravare questa risposta anomala ed eccessiva.

Come capire se il proprio cane soffre di mal d’auto

I sintomi sono simili a quelli dell’uomo: ipersalivazione, respiro affannoso, deglutizioni ripetute, inquietudine, ansia, tremiti, conati di vomito e vomito dopo la partenza.
In più il cane potrebbe leccarsi ripetutamente le labbra o piangere e lamentarsi per tutta la durata del viaggio. Ma la sintomatologia è molto soggettiva e non è detto che tutti questi sintomi si manifestino insieme.

Alcuni cani, ad esempio, possono soltanto vomitare, senza aver manifestato prima altri segni di sofferenza.
In ogni caso, se il vostro amico a quattro zampe mostra uno o più di questi sintomi in concomitanza con un viaggio, è molto probabile che soffra di mal d'auto. Inoltre, poiché la chinetosi procura molta sofferenza all’animale, è possibile che dopo le prime esperienze, il cane cominci a manifestare i sintomi appena capisce che dovrà partire, arrivando perfino a vomitare prima ancora di essere salito sull’automezzo.
Per avere la conferma della diagnosi è necessario rivolgersi al proprio veterinario.

Cosa fare

Se il vostro cane soffre di mal d'auto sappiate che esistono rimedi e strategie preventive efficaci. Non è quindi assolutamente necessario rinunciare alla sua compagnia, né tanto meno cambiare o limitare le vostre abitudini o i programmi di viaggio.

Prima di partire

Norme igieniche 

  • Evitate di dare da mangiare al cane nelle ore precedenti la partenza, perché potrebbe favorire la chinetosi e mettere in pericolo la vita stessa del cane se dovesse vomitare.
  • Fate in modo di tenerlo tranquillo ed evitate tutte quelle situazioni che potrebbero causargli stress e ansia e quindi favorire il mal d’auto.

I farmaci

  • I veterinari dispongono oggi di vari prodotti per prevenire la chinetosi nel cane. Alcuni sono stati formulati dapprima per uso umano e poi adattati a quello animale, ma potrebbero avere azione sedativa persistente anche dopo il viaggio. Altri sono stati creati appositamente per il cane e senza questi spiacevoli effetti che sarebbero di difficile gestione una volta arrivati a destinazione. Il vostro veterinario: saprà consigliarvi il prodotto più adatto al vostro cane e alle vostre esigenze.
  • Tenente presente che tutti i farmaci vanno presi con qualche ora d’anticipo rispetto alla partenza: leggete bene il foglietto illustrativo. 

Durante il viaggio 

  • Tenete i finestrini leggermente aperti per consentire la circolazione di aria fresca.
  • Evitate il fumo o altri odori forti nell'abitacolo dell'auto.
  • Fate soste regolari per far scendere il cane a bere, prendere un po’ d’aria e sgranchirsi le zampe.


photo credit: jvision via photo pin cc

Migliora viaggiando

La chinetosi nel cane si può prevenire abituandolo a viaggiare in auto, prima su brevi tragitti e poi, via via, su percorsi sempre più lunghi. Anche quando se non si risolvesse del tutto il problema si potrebbe ridurre almeno la componente psichica del disturbo legata all’ansia e allo stress della novità. Se poi si comincia da cuccioli è ancora meglio.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI