Come cercare aiuto per i problemi comportamentali degli animali

Guida Guida

Disturbi del comportamento negli animali: come risolvere questa situazione con le giuste figure professionali e dove trovarle.

I disturbi del comportamento negli animali domestici sono la causa principale di problemi per i proprietari. Spesso si tratta semplicemente di mancato rispetto delle esigente etologiche del proprio amico o di errori/incomprensioni nell'educazione.
Purtroppo una volta comparsi non si può sperare che la situazione migliori da sola. Meglio chiedere consiglio al veterinario di fiducia o direttamente a uno dei tanti esperti del comportamento animale e dei suoi disturbi che possono aiutarci.

Il veterinario esperto di comportamento

La medicina comportamentale veterinaria è quella branca della veterinaria che si occupa delle problematiche del comportamento degli animali al fine di garantire o migliorare la loro salute psico-fisica e di assicurarne il corretto inserimento nel sistema sociale.

Il veterinario esperto di comportamento, oltre ad essere laureato in medicina veterinaria, si occupa di questo particolare settore dopo un percorso lavorativo e formativo specifico riconosciuto, come adatto allo scopo. Ciò permette a chi ha bisogno di trovarlo di uno di questi esperti facilmente e con una ragionevole certezza circa la professionalità. 

Un elenco si può trovare ad esempio sul sito della Federazione nazionale ordine veterinari (FNOVI), mentre altre informazioni utili si possono trovare presso la Società italiana di scienze comportamentali (SISCA) o l’Associazione studi etologici e tutela della relazione con gli animali (ASETRA).

Gli altri specialisti del comportamento

Il medico veterinario esperto di comportamento non è, tuttavia, l’unica figura che può aiutarci con i problemi comportamentali dei nostri animali. Accanto ad essa ci sono altre figure professionali: alcune di queste sono iscritte e regolamentate dall’A.P.N.E.C -Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili (Lg n. 4 del 2013 e inserita dal Ministero della Giustizia fra le associazioni rappresentative a livello nazionale ai sensi dell’art. 26 D. Lg.9.11.2007 n. 206 - Vedi sito Ministero dello Sviluppo e dell’Economia) e sito occupano dell’educazione e della rieducazione del cane.

Anche queste figure spesso possono aiutarci nell’educazione dei nostri animali, nella prevenzione dei problemi comportamentali e se troppo tardi nella rieducazione del loro comportamento.

Le figure professionali riconosciute sono: 

  1. Educatori cinofili A.P.N.E.C: operano nell’ambito della relazione uomo-cane al fine di orientarla ad una migliore qualità della vita dell’animale e della sua famiglia adottiva, prevenendo comportamenti socialmente pericolosi e trasmettendo una corretta visione della relazione stessa. Operano inoltre nel pieno rispetto delle caratteristiche individuali di ogni singolo animale, evitando ogni genere di pratica coercitiva e sviluppando le competenze necessarie al corretto inserimento del cane nell’ambiente sociale.
  2. Rieducatori cinofili esperti del comportamento del cane A.P.N.E.C: sono Educatori Cinofili con esperienza pluriennale, adeguata preparazione e documentabile operatività nel settore che si occupano di fornire a privati, gruppi, Enti Pubblici, consulenze in merito alle tematiche legate al comportamento del cane nei diversi contesti di vita, nonché della rieducazione dei cani che, per cause non riconducibili a patologie organiche in atto, presentano disagi comportamentali influenti sulla qualità della vita loro e del contesto umano in cui sono inseriti.

Ecco invece le figure professionali non riconosciute:

  1. Istruttori riabilitatori comportamentali: sono educatori cinofili che hanno seguito dei particolari corsi di formazione sui disturbi del comportamento. Di fatto affiancano spesso la figura del Veterinario comportamentalista per la terapia comportamentale.
  2. Istruttori cinofili: oltre alle competenze dell’Educatore Cinofilo, possiedono specifiche competenze per lo svolgimento di una o più delle seguenti attività: utilità sociale, cinosportive, cinotecniche.
  3. Addestratore cinofilo: opera al fine di ottenere le prestazioni necessarie ad un obiettivo specifico e lavora in rapporto diretto con il cane, senza la presenza del proprietario.

Foto © CALLALLOO CANDCY - Fotolia.com

I disturbi comportamentali degli animali domestici sono la prima causa di disagio per i proprietari e non di rado portano a decisioni estreme come l’abbandono o la richiesta di eutanasia. Scoprire subito le cause e trovare la soluzione con l’aiuto degli esperti è il modo migliore per evitarlo e ritrovare il piacere della vita insieme.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI