Come usare il numero verde anti-abbandoni di ENPA

Guida Guida

Da luglio attivo il numero verde anti-abbandoni di ENPA per segnalare animali abbandonati e in difficoltà. Scopri come usare il nuovo servizio  

L’ 80% degli animali abbandonati finisce con l’essere coinvolto in un incidente stradale. Questo accade perché gli animali domestici, abituati ad avere una guida, una volta soli si trovano spaesati e confusi alla ricerca disperata della strada di casa.

Un'altra ragione sta nel fatto che la maggior parte degli abbandoni avviene sui grandi tratti della rete stradale e autostradale a percorrenza veloce, soprattutto in prossimità delle vacanze.

Nel triennio 2010-2012 sono diminuiti gli incidenti in generale ma sono aumentati quelli che hanno coinvolto gli animali (+6%)

Si parte tutti insieme, come sempre, e una volta imboccata l’autostrada si fa scendere l’animale, cane, gatto o coniglio che sia, e si riparte sfrecciando via il più velocemente possibile. In questo modo si pensa che l’animale non possa più né raggiungerli né tornare a casa. O, forse, solo di avere più probabilità di farla franca. Non è così.

È vero che difficilmente l’animale ritroverà la famiglia che l’ha abbandonato perché verrà appunto coinvolto in un incidente o, se è più fortunato, verrà soccorso e portato al rifugio più vicino prima che questo accada.

Ma oggi i cittadini sanno riconoscere i segnali inequivocabili di quello che è a tutti gli effetti un atto incivile e vigliacco. E sempre più spesso denunciano abbandoni avvenuti sotto i loro occhi, con tanto di numero di targa del responsabile.

800.137.079
numero verde anti-abbandoni

Per agevolare i cittadini che vogliono segnalare la presenza di animali in difficoltà e contrastare il fenomeno, l'Ente Nazionale Protezione Animali lancia un numero verde anti-abbandoni, l'800.137.079 (attivo 24 ore al giorno dal 1° luglio al 31 agosto), grazie al quale gli automobilisti possono segnalare sia episodi di abbandono sia la presenza di animali vaganti sulla rete autostradale.

Come funziona

L'iniziativa patrocinata dal Ministero della Salute e resa possibile anche grazie al supporto di Pizzardi Editore, è stata presentata in questi giorni nel corso di un incontro promosso da Enpa, Mediafriends Onlus e Polizia di Stato.

Il personale del “contact center” anti-abbandoni è stato appositamente formato dalla Protezione Animali per individuare le casistiche relative all'abbandono e fornire il recapito più utile per attivare l'intervento.

Una volta ricevuta la segnalazione, l'operatore fornirà  all'utente il numero della sala operativa competente della Polizia stradale e potrà così comunicare agli agenti tutte le informazioni necessarie per agire in modo corretto e tempestivo.

Questo servizio permetterà alla Polizia Stradale di gestire con maggiore efficacia gli interventi che interessano gli animali abbandonati lungo la rete stradale ed autostradale italiana.

L’iniziativa prevede anche un'azione di comunicazione intensa mediante spot mirata a incidere su quegli atteggiamenti che continuano ad alimentare abbandoni e randagismo.

Primo fra tutti la “moda del pet” regalato a Natale e poi abbandonato in estate non appena adulto.

Photo © jkraft5 - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI