Come prevenire obesità e sovrappeso nel gatto

Guida Guida

Rimettere in forma un gatto è difficile tanto quanto lo è per noi. Prevenire un aumento di peso indesiderato è possibile grazie ad alcuni accorgimenti che dovremmo seguire quotidianamente per tenere sotto controllo il peso del gatto. Scopri come prevenire il sovrappeso nel tuo amico a quattro zampe.

Il sovrappeso e l’obesità sono sempre più un problema globale e non solo per gli esseri umani. Oggi l’eccesso ponderale riguarda sempre più frequentemente anche gli animali domestici e i gatti in particolare.
Secondo i dati riportati dall’Association for pet obesity prevention negli Stati Uniti ne soffrono il 55% dei gatti contro il 53% dei cani, e il motivo di questa differenza è presto detto: il cane è obbligato ad uscire più volte al giorno per i suoi bisogni fisiologici e quindi almeno un po’ di movimento lo fa.

La maggior parte dei nostri gatti vive, invece, sempre in casa, passando buona parte della giornata da solo, col risultato che si annoia, si deprime e cerca sempre meno stimoli per mantenersi attivo. Come se non bastasse i gatti domestici sono sterilizzati in percentuale maggiore rispetto ai cani e questo è un altro fattore che incide molto sulla maggiore tendenza all’aumento di peso dei piccoli felini.

Prevenire è meglio che curare

In Italia le cose non vanno molto diversamente, con ovvie ripercussione sullo stato di salute e la qualità della vita dei nostri mici. Ma poiché rimettere in forma un gatto è difficile tanto quanto lo è per noi, vediamo come si può prevenire l’aumento di peso indesiderato.

  • Controllare il peso regolarmente: riuscire a cogliere subito un incremento di peso è il modo migliore per intervenire con la speranza massima di successo. L’ideale è ogni 3-4 mesi (devi DEATIPS)
  • Mantenetelo attivo: fate in modo che non trascorra tutta la giornata dormendo o sonnecchiando qua e là. Invogliatelo al gioco con palline o altri oggetti che gli piaccia inseguire. Usate anche i croccantini se il gatto è particolarmente goloso e non c’è altro modo per farlo alzare dal suo giaciglio, ma tenete il conto di quanto cibo gli state dando per toglierlo dalla razione giornaliera.
  • Chiedere consiglio al vostro veterinario: fatevi prescrivere una dieta bilanciata a seconda dell’età e dello stile di vita del vostro gatto e chiedete come deve essere cambiata dopo la sterilizzazione
  • Pesate le razioni: controllare accuratamente che non si superi il quantitativo di cibo prescritto è fondamentale. L’occhio spesso si inganna e col tempo tendiamo ad “allargare” piuttosto che a ridurre le porzioni senza nemmeno rendercene conto.
  • Non lasciatevi “impietosire” dalle sue richieste, dandogli cibi “extra”: spesso sono proprio i fuori pasto a ingannarci e a far ingrassare il gatto. Tendiamo infatti a non calcolarli “tanto è poco” oppure “il gatto è in forma”, ma alla fine di una settimana o addirittura di una giornata possono arrivare ad essere una razione in più!



photo credit: red.dahlia via photo pin cc

Quanto pesa?

Un buon modo per pesare un gatto a casa è quello di usare il trasportino: pesatelo prima con dentro l’animale e poi senza. La differenza tra i due valori darà il peso del gatto.
Altrimenti mettete il gatto direttamente sulla bilancia, ma sarà più difficile farcelo stare ben fermo.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI