Dolci tipici di Natale: come fare il torrone bianco

Il torrone bianco, classico, alle mandorle, alle nocciole, oppure con una mescola di frutta secca, con l’aggiunta di scorzette, morbido, duro o friabile, insomma il torrone tradizionale è una vera leccornia di Natale, che si può preparare in casa. Ottima idea da regalare.

Il torrone bianco, altro dolce tipico del Natale, è una vera leccornia, che deve le sue origini alla tradizione araba, che si è diffusa in tutti i Paesi del mediterraneo, dove si sono sviluppate tante ricette diverse.

  • Il torrone bianco infatti può essere morbido, friabile o duro. Ma soprattutto può essere alle mandorle, alle nocciole, ai pistacchi, oppure può essere preparato con un mix di frutta secca o con l’aggiunta di scorzette di agrumi, come tipicamente si fa in Sicilia.

Il torrone bianco, può avere spessori diversi ma è sempre avvolto dalle ostie, soprattutto per evitare che si appiccichi alle dita.

Gli ingredienti fondamentali del torrone sono lo zucchero, il miele, gli albumi e la frutta secca.

  • Il torrone bianco si può preparare in casa, senza troppe difficoltà. Una volta preparato, se volete regalarlo per Natale, confezionatelo con una bella carta per alimenti, fiocchi ed etichetta.

La ricetta che vi proponiamo è indicata per preparare circa 1 kg di torrone e può essere personalizzata con le varianti suggerite.

Ingredienti:

  • 400 g di miele
  • 400 g di zucchero semolato
  • 140/150 ml di acqua
  • 700 g mix di mandorle e nocciole pelate
  • 4 albumi d’ uovo
  • 1 bustina di vaniglina
  • alcune gocce di succo di limone
  • 1 pizzico di sale
  • 100 g di scorzette di agrumi candite (facoltativo)
  • 2 fogli di ostia (si può acquistare in pasticceria)

Attrezzi: Pentolini per bagno maria, cucchiai e spatola di legno, stampo con bordi alti, placca da forno, sbattitore

Procedimento:

  • Preparate uno stampo rettangolare dai bordi alti e disponete sul fondo uno strato di ostia spolverato di zucchero a velo vanigliato.
  • Distribuite le mandorle e le nocciole già pelate ed eventualmente tagliate a metà, in una placca da forno e fate tostare leggermente in forno a 160°. Devono dorare.
  • Spegnete e mantenetele al caldo.
  • In un pentolino versate il miele e fatelo cuocere, con la vaniglina, a bagno maria, mescolando spesso, per almeno 30/40 minuti.
  • Il miele deve superare il punto di liquidità e cominciare a indurire. Controllate se è pronto versandone una goccia in una tazzina di acqua fredda. Se si solidifica subito è pronto, altrimenti continuate a cuocerlo.
  • Poco prima che sia pronto il miele, in un altro pentolino mettete lo zucchero, l’acqua e alcune gocce di limone e lasciate sul fuoco finchè lo zucchero inizia a caramellare.
  • Nel frattempo montate a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale.
  • Togliete il miele pronto dal fuoco e versatelo lentamente negli albumi, ma mescolando con molta energia in modo che non si cuociano.
  • Gli albumi devono spumare e gonfiarsi, raccogliendo il miele. Unite anche lo sciroppo di zucchero, sempre mescolando veloci e con energia.
  • In ultimo unite le mandorle e le nocciole (anche le scorzette se di vostro gusto)
  • Mescolate bene prima che diventi duro e versatelo nello stampo, aiutandovi con una spatola di legno o di gomma per uniformare lo spessore.
  • Spolverate con poco zucchero a velo e ricoprite con un secondo strato di ostie.
  • Lasciate raffreddare il torrone. Quando si è raffreddato tagliatelo in pezzi della misura desiderata e avvolgete in cellophane per alimenti.
  • Il torrone si conserva in luogo fresco e asciutto, non in frigo.

Varianti:

Con i pistacchi, con le noci, con le noci pecan, con mix di frutta secca, con mix di frutta secca+uvetta+altra frutta disidratata.

Torrone duro o morbido?

La durezza o morbidezza del torrone dipende dalla cottura dello zucchero e del miele. Accorciate la cottura per un torrone più morbido.

Ti potrebbero interessare...
Facebook page
Twitter
Google+ page
Pinterest
Instagram
Secondi piatti... Di Natale!
La creatività in cucina al servizio del Natale

Cucinare i secondi non è semplice, se poi si tratta di grandi occasioni l'ansia può prendere il sopravvento.

Ma non disperare! DeAbyDay ti propone una selezione di secondi piatti sia di pesce che di carne per soddisfare i gusti di tutti i tuoi ospiti!

Scopri subito le ricette!