Come preparare il latte di mandorle in casa

Guida Guida

Impariamo a preparare in casa il latte di mandorle. Una ricetta tipica siciliana, famosa in tutto il mondo, per preparare una bevanda deliziosa, dissetante e anche molto salutare.

  • DifficoltàDifficoltà: media
  • CostoCosto: medio
  • CategoriaCategoria: Bevande e cocktail
  • CucinaCucina: regionale italiana
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 60 min
  • Tempo totaleTempo totale: 60 min
  • Vegetarianovegetariana
  • Senza glutineSenza glutine

La mandorla siciliana, precisamente la mandorla pizzuta di Avola, possiede caratteristiche superiori rispetto ad altre mandorle.

Il sapore e il profumo della mandorla siciliana infatti è piu' intenso e migliore grazie al grande contenuto di amigdalina. Contiene inoltre importanti quantità di vitamina E, calcio, magnesio, proteine vegetali, omega 3.

La mandorla: un frutto ricco di benefici per la salute della donna e per la fertilità maschile.

Fatta questa premessa, si capisce per quale motivo i siciliani abbiano utilizzato le mandorle per preparare un nettare squisito e famoso in tutto il mondo, cioè il latte di mandorle. Una bevanda dal sapore delizioso, molto dissetante e aromatica, che viene servita anche in forma di granita e con il caffè.

Vediamo come possiamo preparare facilmente in casa, il latte di mandorle, che è un'ottima bevanda dissetante e tonificante per le calde giornate d'estate.

 

Ingredienti:
  • 300 g di mandorle
  • 100 g di zucchero
  • acqua 1 litro e piu'

Attrezzi: Terrina, Mortaio, Telo di lino o cotone pulitissimo, bottiglia con tappo per conservare

Procedimento:

  • Immergete le mandorle in un contenitore con acqua molto calda per almeno 15 minuti.
  • Scolate l'acqua ed eliminate dalle mandorle la pellicina marrone, passando ognuna tra due dita. Sistemate le mandorle pelate, mano a mano, in una terrina grande e asciugatele.
  • A questo punto si passa a pestare le mandorle insieme allo zucchero. Per poterlo fare, occorre lavorarne un po' per volta, dunque suddividete le quantità di zucchero a seconda di quante mandorle lavorate e ogni volta allungate con almeno 1 bicchiere di acqua.
  • Si procede perciò mettendo nel mortaio le mandorle, lo zucchero e l'acqua. Pestate fino ad ottenere una polpa fine, poi trasferite la polpa ottenuta in un telo pulitissimo, avvolgetelo a sacchetto e spremete in un contenitore pulito, il liquido. Il liquido che ne esce deve essere bianco.
  • Proseguite allo stesso modo fino a terminare gli ingredienti.
  • Allungate con l'acqua rimasta, il latte di mandorle ottenuto e versate in una bottiglia con il tappo.
  • Conservate in frigo e servitelo sempre ben freddo.

In Sicilia spesso il latte di mandorle viene allungato con acqua fredda solo al momento di servirlo. In questo caso si conserva la polpa filtrata in un contenitore ben chiuso in frigo e se ne prende una parte ogni volta che si vuole gustare il latte di mandorle.

  • Il trito di mandorle che rimane a fine lavoro, può essere utilizzato per impastare dei dolci o preparare il gelato.

photo credit: Mowie Kay via photo pin cc

Latte nutriente per il viso

La polpa di mandorle tritata finemente, con l'aggiunta di poco latte è un'ottima crema nutriente per la pelle del viso

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI