Come difendersi dai contaminanti biologici: gli acari della polvere

Guida Guida

L’aria di casa è spesso inquinata dalla presenza di contaminati biologici come gli acari della polvere: ecco cosa puoi fare per limitarne gli effetti dannosi. 

In tutti i locali chiusi, e quindi anche nelle stanze di casa tua, l’aria presenta diversi elementi inquinanti di tipo fisico, chimico e biologico.

Questi ultimi, in particolare, derivano spesso dalla presenza di altre persone, piante o animali nonché dalla polvere, che è un ricettacolo ideale per i microrganismi.

A volte poi sono gli stessi deumidificatori e condizionatori che, a causa di una scarsa manutenzione, anziché migliorare la qualità dell’aria la inquinano, favorendo l’insediamento e la proliferazione dei contaminanti biologici.

Gli acari della polvere, tra i più comuni contaminanti biologici, sono responsabili della maggior parte di allergie e malattie respiratorie come l’asma, le riniti, le congiuntiviti e gli eczemi.

Gli acari della polvere, invisibili ad occhio nudo perché grandi tra i 200 e i 300 micron, producono delle sostanze, in particolare le feci, che liberandosi nell’aria vengono inalate e danno inizio a sintomi allergici.

Gli ambienti ideali per la loro crescita sono i luoghi caldi e umidi: si annidano soprattutto nelle imbottiture di cuscini, materassi e piumini ma sono presenti anche su tappeti, moquette, lenzuola e altri tessuti d’arredo.

Per contrastare i loro effetti dannosi conviene aerare di frequente i locali cercando di mantenere l’umidità tra il 40 e il 60%.

E’ consigliabile poi usare materassi in poliuretano denso, un materiale che rappresenta un habitat sfavorevole per lo sviluppo degli acari, e lavare le lenzuola ogni settimana con acqua calda a 60°C.

Si dovrebbe inoltre limitare la presenza di moquette, tappeti e mobili ricoperti di stoffa: per il pavimento molto meglio un bel parquet o delle piastrelle in ceramica mentre per poltrone e divani si può optare per l’ecopelle.

Andrebbero evitati anche pupazzi di peluche preferendo quelli in legno o gomma: cerca di riporli sempre dopo che i bambini ci hanno giocato, in un cassetto o nell’armadio dove non posso essere ricoperti dalla polvere.

Infine, durante le operazioni di pulizia è bene sempre aprire le finestre usando un aspirapolvere dotato di filtri di buona qualità oppure optando per la pulizia a vapore che è davvero molto efficace nella lotta agli acari.

Foto © underdogstudios - Fotolia.com

Attenzione agli acaricidi

Non abusare degli acaricidi da spruzzare su tappeti e moquette perché possono irritare le vie respiratorie.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI