Sapone di Aleppo: tutti gli usi e le proprietà benefiche

Guida Guida

Viene prodotto da secoli seguendo antichi rituali e ha molteplici impieghi grazie ai suoi benefici effetti: si tratta del sapone di Aleppo. 

Originario dall’omonima città Siriana, il sapone di Aleppo è un prezioso alleato per la cura e la bellezza del corpo. Completamente naturale e ricco di proprietà antisettiche e antibatteriche, questo sapone a base di olio d’oliva e olio d’alloro viene prodotto seguendo antichi rituali di saponificazione e senza l’aggiunta di conservanti.

Come accade da secoli, ogni fase di lavorazione del sapone di Aleppo viene curata nei minimi dettagli in modo da creare un prodotto unico al mondo, privo di conservanti e additivi di sintesi.

Proprio perché privo di fragranze di sintesi, il sapone di Aleppo è molto delicato ed è adatto per chi soffre di allergie o è intollerante ai profumi: ciò lo rende il detergente più indicato per fare il bagnetto ai bambini e ai neonati.

Efficace contro acne, eczema, psoriasi, punti neri, herpes e pelle arrossata, il sapone di Aleppo svolge un effetto lenitivo anche contro il bruciore delle punture di insetti e in generale in tutte quelle situazioni in cui la pelle è irritata.

Raccomandato per detergere la pelle del viso e del corpo, questo sapone viene anche usato da alcune persone come shampoo per i capelli: l’unica accortezza da seguire, in questo caso, è risciacquare la chioma con una soluzione di acqua e aceto per riportare il ph del cuoio capelluto a livelli ottimali.

Il sapone di Aleppo si rivela ottimo come struccante per il viso e come maschera di bellezza nutriente e purificante, inoltre viene anche usato per la depilazione: le donne lo usano su gambe e altre parti del corpo che vogliono depilare, mentre gli uomini lo utilizzato per la rasatura della barba.

Gli impieghi di questo prodigioso sapone non si limitano alla cosmesi infatti viene da sempre considerato un prodotto multiuso: ad esempio se viene inserito in armadi o cassetti, accanto alla biancheria e agli indumenti, svolge un’eccellente azione antitarme.

Se viene ridotto in scaglie può essere tranquillamente aggiunto sia al bucato in lavatrice che a quello a mano e può tornare addirittura utile nella pulizia di pennelli perché facilita la rimozione della pittura.

La percentuale di olio d’alloro nel sapone d’Aleppo varia dal 2% al 70%: ovviamente più le percentuali di olio d’alloro sono elevate e più pregiato è il sapone, ma se la pelle è molto sensibile conviene optare per un sapone con una minore concentrazione d’olio d’alloro.

Inoltre questo sapone dalle formidabili proprietà antibatteriche e antiossidanti, grazie al suo profumo naturale di olio d’oliva e d’alloro, svolge un effetto distensivo sui sensi.

L’unica precauzione riguarda la sua conservazione: per lasciare inalterate le sue qualità è meglio non conservarlo in contenitori di plastica ma tenerlo su di un portasapone in legno.

>>>> LEGGI ANCHE Come preparare il sapone di Aleppo

Foto © mallmo - Fotolia.com

Curiosità sul sapone di Aleppo

Il sapone di Aleppo, a differenza di molti saponi e saponette, riesce a galleggiare in acqua.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI