Smantellata banda di eco-criminali in Amazzonia

Guida Guida

A fine agosto le autorità brasiliane hanno sgominato un’importante banda di eco-criminali operante in Amazzonia: emessi 14 mandati di arresto e 22 di cattura.  

A fine estate è stato sferrato un duro attacco a una gang di disboscatori dell’Amazzonia. A dichiararlo sono state le stesse autorità brasiliane che ritengono di aver smantellato una delle bande di eco-criminali più pericolosa di sempre.

L’operazione di polizia, battezzata Chestnut Tree, ha riguardato ben quattro Stati brasiliani, tra cui Pará e San Paolo e ha visto l’emissione di 22 mandati di cattura e 14 mandati di arresto.

I membri dell’organizzazione criminale si appropriavano indebitamente di larghe porzioni di foresta, abbattevano gli alberi e incendiare intere aree di verde, quindi vendevano illegalmente i terreni ad agricoltori e allevatori creando un giro d’affari di milioni di euro.

In particolare, secondo i calcoli della polizia federale brasiliana, il valore economico dei danni causati da questa banda di eco-criminali è di oltre 160 milioni di euro.

I membri del gruppo, accusati di appropriazione di suolo pubblico, furto, reati ambientali, contraffazione, cospirazione, evasione fiscale e riciclaggio di denaro, rischiano condanne a più di 50 anni di prigione, anche se in Brasile il limite massimo di detenzione è di trenta anni.

Wyre Davies, corrispondente della Bbc da Rio de Janeiro, spiega che livelli di corruzione di uomini politici e poliziotti brasiliani sono molto alti: questa condizione, unita all’incapacità dei governi federali di proteggere il proprio territorio, fa sì che taglialegna e minatori illegali possano agire con la certezza di rimanere impuniti.

Il Brasile possiede la più ampia porzione della foresta pluviale amazzonica che da sola rappresenta la metà delle foreste tropicali dell’intero Pianeta e ospita un decimo di tutte le specie animali conosciute. Mettere continuamente a repentaglio un tale patrimonio naturalistico per colpa di alcune decine di criminali è una realtà non più accettabile.

Foto © Richard Carey - Fotolia.com

Tasso di deforestazione

Il governo brasiliano nel 2013 ha reso noto un aumento del tasso di deforestazione dell’Amazzonia pari al 28% dopo anni di diminuzione.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI