Inquinamento ambientale: 12,6 milioni di morti l’anno

Guida Guida

Secondo l’Oms, ogni anno l’inquinamento ambientale causa l’insorgenza di oltre 100 malattie e di 12,6 milioni di morti. 

Sono impressionanti le cifre della seconda edizione del rapporto Preventing disease through healthy environments” dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e che arriva a 10 anni di distanza dalla prima edizione: ogni anno sono 12,6 milioni i decessi causati dell’inquinamento ambientale.

Praticamente una persona su quattro al mondo muore per la contaminazione di aria, acqua, suolo, le esposizioni chimiche, i cambiamenti climatici e le radiazioni ultraviolette.

I Paesi più colpiti dall’inquinamento ambientale sono quelli a basso e medio reddito del Sud-Est asiatico e le regioni del Pacifico Occidentale.

Per quanto riguarda l’Europa, l’esposizione a fattori di rischio ambientale nel 2012 legati al luogo è costata la vita a 1,4 milioni di persone.

I fattori di rischio ambientale contribuiscono all’insorgenza di più di 100 malattie e danni alla salute: le principali malattie sono ictus, cardiopatie ischemiche, tumori, malattie respiratorie croniche, infezioni delle vie respiratorie, condizioni neonatali, malattie diarroiche e malaria.

Le categorie di persone più esposte ai rischi sono gli anziani e i bambini: ogni anno 4,9 milioni di adulti tra i 50 e i 75 anni e 1,7 milioni di piccoli al di sotto dei cinque anni muoiono per motivi che potrebbero essere evitati con una migliore gestione dell’ambiente.

Le persone anziane sono esposte a malattie non trasmissibili mentre i bambini sono per lo più colpiti da infezioni delle basse vie respiratorie e dalle malattie diarroiche.

Il rapporto dell’OMS suggerisce anche le politiche di prevenzione per prevenire le malattie legate all’inquinamento ambientale e le strategie per migliorare l’ambiente: ad esempio si suggerisce di usare tecnologie e combustibili puliti per il riscaldamento delle case in modo da ridurre le malattie respiratorie.

Foto © Fotos 593 - Fotolia.com

Inquinamento in Italia

Secondo il Rapporto dell’Agenzia per l’ambiente europea, l’Italia nel novembre del 2015 è risultato il Paese dell’Unione europea con più morti prematuri legati all’inquinamento dell’aria.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI