Acetone nei bambini: come intervenire

Guida Guida

È un disturbo molto frequente nei piccoli: ecco da cosa dipende e come può essere curato l'acetone.

Spossatezza, mal di pancia, vomito e un caratteristico odore dell'alito simile a quello della frutta molto matura sono i sintomi più tipici dell'acetone, un disturbo che interessa molti bambini.

L'acetone non è una malattia quanto piuttosto un disturbo metabolico che si manifesta quando il corpo non ha più zuccheri da bruciare e comincia così a bruciare i grassi.

In linea di massima è un disturbo transitorio che non deve allarmare i genitori: bisogna comunque tenere la situazione sotto controllo specie nei casi in cui è accompagnato da crisi di vomito frequenti che possono portare il piccolo alla disidratazione.

In genere le cause dell'acetone sono da rintracciare in una carenza di zuccheri che può essere dovuta a fenomeni diversi: da uno sforzo fisico, da un'alimentazione scorretta o dalla febbre.

Indipendentemente dalle cause, allora, come si può intervenire se ci accorgiamo che il piccolo ha l'acetone?

  • La prima cosa da fare è tenere sotto controllo le crisi di vomito: se sono molto frequenti è sempre bene chiedere il parere del pediatra, che saprà fornire le prime indicazioni utili.
  • Altra cosa importante è mantenere il piccolo il più idratato possibile, cercando di fargli assumere liquidi. Con ogni probabilità il bimbo non avrà voglia di bere ma possiamo cercare di offrirgli un po' di acqua e zucchero o di succo di frutta a piccoli cucchiaini.
  • Anche l'alimentazione non è da trascurare: in caso di acetone e nei giorni successivi, meglio evitare cibi grassi e poco digeribili e optare per i carboidrati come pane e pasta, ancora meglio se ai cereali integrali.

È bene tener presente poi che, solo in sporadici casi,  l'acetone frequente può essere la spia di un problema più serio, come il diabete. Il parere del pediatra per questo è sempre vivamente consigliato.

Foto © Dave_Pot - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI