Come difendersi dal Bisfenolo durante la gravidanza

Guida Guida

Il Bisfenolo è un componente chimico pericoloso, soprattutto in gravidanza: ecco come difendersi.

Il Bisfenolo è un componenete chimico pericoloso, soprattutto in gravidanza, come viene confermato da un recente studio scientifico. Normalmente abbreviato come BPA, il Bisfenolo è utilizzato nella produzione della plastica, per renderla più resistente e duratura. Non a caso, per molto tempo il Bisfenolo è stato componente di biberon e prodotti per bambini: per fortuna è stato messo al bando da ormai svariati anni. 

Il Bisfenolo è una sintesi chimica di due componenti, il Fenolo e il Propano e fin dalla sua creazione, è stato sospettato di essere pericoloso per la salute: ci sono voluti tuttavia circa 70 anni prima di vietarlo, almeno nella produzione di prodotti destinati ai bambini.

Secondo tutti gli studi effettuati infatti, l'esposizione al Bisfenolo provocherebbe danni all'apparato riproduttivo e, secondo quest'ultimo studio, provocherebbe disturbi comportamentali soprattutto nelle bambine.

Il Bisfenolo è dunque un killer nascosto nella plastica, particolarmente rischioso per le donne in gravidanza e per i bambini.

Ma come si può fare per difendersi dal Bisfenolo ? 

Il metodo più efficace ma per molti versi difficile da realizzare è quello di eliminare la plastica dalla nostra casa. Si possono però adottare delle misure preventive.

Per esempio, è possibile scegliere prodotti e oggetti realizzati con materiali naturali: vetro, legno, carta, bambù, bio-plastica sono perfetti per sostituire ciotole, oggetti d'uso quotidiano e accessori.

C'è comunque da dire che, purtroppo, il Bisfenolo è utilizzato in modo così generalizzato che non sempre è possibile eliminarlo del tutto: viene infatti usato infatti anche per oggetti medicali, giocattoli, lenti a contatto, etc. Controlliamo quindi tutti i prodotti che acquistiamo perché sopra ognuno sono riportate una serie di codici e indicazioni.

  • In particolare sotto i prodotti di plastica ci deve essere il codice di smaltimento, che è un codice che indica se il prodotto può essere tossico oppure no, in fase di smaltimento. 
  • Il codice di smaltimento viene indicato da un freccia a forma di triangolo che porta al centro un numero: in realtà, se è pericoloso in fase di smaltimento, vuol dire che è pericoloso anche in fase di utilizzo.
  • Guardate bene sotto a tutti i prodotti che avete in casa e sotto quelli che acquistate.
  • Se l'oggetto porta un codice 3 o 7 buttatelo e comunque non acquistatelo. Il codice 3 e il codice 7 indica appunto la presenza di Bisfenolo. Plastiche con codice 3 o codice 7 sono pericolose.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI