Pidocchi: combattere la pediculosi con i prodotti giusti

Guida Guida

Polveri, shampoo e lozioni: ecco tutto quello che c'è da sapere sui prodotti per debellare i pidocchi.

A scuola come all'asilo, si ripresenta spesso lo stesso problema: quello dei pidocchi.

Igiene e prevenzione, infatti, non bastano a salvaguardare i bimbi dalla pediculosi perché basta che in classe un compagno abbia i pidocchi per scatenare un'inevitabile "reazione a catena".

I pidocchi infatti sono parassiti che si trasmettono facilmente e sopravvivono solo sul cuoio capelluto.

L'unica soluzione, dunque, resta quella di intervenire tempestivamente con i prodotti giusti.

In commercio se ne trovano di diversi tipi e spesso non è facile scegliere: ecco allora alcune dritte.

  • Innanzitutto è bene tenere presente che in linea di massima si consiglia l'utilizzo di lozioni, polveri e gel perché, più dello shampoo, restano a contatto con i capelli e dunque hanno maggiori probabilità di eliminare i pidocchi.
  • E' bene poi tenere a mente che i prodotti anti-pidocchi non sono quasi mai efficaci contro le uova che vanno per questo rimosse esclusivamente a mano.
  • Per quanto riguarda poi i tempi di posa, generalmente creme, gel e lozioni richiedono almeno 10 minuti di attesa prima di essere rimosse, mentre le polveri dalle 3 alle 6 ore.

Detto questo, ecco quali sono le differenti tipologie di prodotti contro i pidocchi:

  • Prodotti con insetticidi chimici. Sono i prodotti che contengono sostanze tossiche per i pidocchi; risultano piuttosto efficaci ma, di contro, possono generare irritazioni o reazioni allergiche. Per questo sono sconsigliati ai bambini molto piccoli.
  • Prodotti con effetto soffocante. Si tratta di sostanze che contengono elementi in grado di soffocare i pidocchi. Sono meno efficaci degli insetticidi ma anche più sicuri perché presentano meno effetti collaterali e per questo possono essere usati anche su bambini sotto i 2 anni.
  • Oli essenziali. Benché non siano venduti come prodotti specifici contro i pidocchi, anche alcuni oli essenziali, come quello di lavanda o il tree oil, sembrano essere utili per evitarne l'insediamento.
  • Pettinella. Infine, i pidocchi possono essere rimossi anche manualmente con l'aiuto della clasica pettinella, uno strumento simile a un pettine ma con denti fitti d'acciaio. La pettinella può essere utile nei casi in cui non si voglia ricorrere a sostanze chimiche potenzialmente dannose, anche se il suo utilizzo richiede molto tempo e altrettanta pazienza.

Infine, è bene diffidare dai prodotti di "prevenzione" dai pidocchi perché la loro effettiva efficacia non è stata provata. L'unica prevenzione utile, allora, può essere quella di controllare i capelli dei bambini, almeno una volta a settimana, in modo accurato.

© STUDIO GRAND OUEST - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI