Come si gioca a pallavolo

Guida Guida

Non solo calcio: con l'arrivo della bella stagione il gioco della pallavolo può essere una bella alternativa al predominio del pallone.

Si è ormai prossimi all'inizio ufficiale dell'estate e il conseguente allungarsi delle giornate unito all'innalzamento delle temperature rendono sempre più piacevole stare all'aperto.

Tra le tante attività da svolgere durante la stagione più calda quelle sportive sono tra le più divertenti e sane.

Forse non tutti sono bendisposti nei confronti del calcio, magari per una certa insofferenza alla copertura mediatica offerta ai Mondiali brasiliani.

Dopo il gioco del volano parliamo quindi di un altro sport alternativo alla mania italiana, ovvero la pallavolo.

Una partita di pallavolo per svolgersi ha bisogno di almeno tre elementi fondamentali: una palla di cuoio o di pelle sintetica, una rete (quelle ufficiali sono lunghe 9,75 metri e alte 1) e un campo (quelli regolamentari misurano 18x9m).

Tra gli accorgimenti preparatori si segnala la direzione del campo in senso nord-sud piuttosto che est-ovest, per evitare che i giocatori abbiano il sole negli occhi.

Il numero perfetto per una squadra di pallavolo è di sei giocatori, ma anche squadre di tre membri possono bastare per ricoprire i ruoli principali.

Scopo del gioco è fare in modo che la palla cada nella porzione di campo avversario, o che esca da questo dopo essere stata toccata dai rivali.

Per fare ciò ogni squadra ha a disposizione un massimo di tre tocchi (muro a parte), con un tocco a membro (il doppio tocco costituisce infatti un fallo).

Rispetto al calcio, in cui i momenti di stanca prevalgono sulle azioni di gioco interessanti e spettacolari, la pallavolo come il basket si segnala per l'immediatezza e la velocità degli scambi, e i punti si susseguono senza sosta.

Con una buona base costituita da un servizio da sotto (per quello al volo ci vuole un po' di pratica), ricezione in bagher, palleggi e schiacciate minimali ci si può infatti divertire all'infinito.

Foto © VRD - Fotolia.com

Prima della partita

Come per ogni attività sportiva prima di iniziare a giocare è sempre consigliabile fare un po' di stretching e di esercizi per riscaldare i muscoli.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI