Nella terra del vino Porto

Guida Guida

In Portogallo nella Valle del Douro, tra città, cantine e vigne per degustare il celeberrimo vino.

Il Portogallo e i suoi segreti. Oggi andiamo a scoprire quelli della Valle del Douro, nei dintorni della città di Porto. La porta d’accesso alla valle è il ponte Dom Luís I, un capolavoro di eleganza e ingegneria che collega la città di Porto al borgo di Vila Nova de Gaia, attraversando il fiume Douro. 

In questa zona, patria del celeberrimo vino, si estendono 250.000 ettari di vigne:

il paesaggio rurale creato dall’uomo è così particolare da essersi meritato l’iscrizione all' UNESCO. Una vacanza romantica e dedicata al buon bere, ecco cosa attende il visitatore che si reca in questo angolo di Portogallo. 

 
Per vivere la valle ci sono vari modi: prendete l’auto e andate alla scoperta delle cantine, oppure salite a bordo della chiatta barco rabelo, che già nel Seicento trasportava botti e che oggi è stata riconvertita per gite di piacere e tour fluviali. Per gli amanti dei viaggi slow invece si consiglia di percorrere la valle a bordo dello storico treno a vapore che parte da São Bento a Porto e non supera mai i trenta chilometri orari. Potrete così vedere alcune tra le stazioni più belle del Paese, tutte ricoperte di azulejos: Régua e Pinhão.
 
Proprio a Régua c’è il Museo do Douro, mentre a Pinhão bisogna fare un tour tra le tenute vinicole. Altra località che vale la pena di visitare è Sabrosa, dove nacque Magellano, poi c’è Lamego con i suoi monumenti: la chiesa più antica del Portogallo, la medievale Capela de S. Pedro de Balsemão e il Santuário de Nossa Senhora dos Remédios. Proprio qui si trova l’hotel dei sogni: l’Aquapura, ospitato in una dimora ottocentesca con piscina affacciata sul fiume e una spa dove concedersi trattamenti a base di uva!
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI