Torna l'ora legale: da domenica 27 marzo lancette avanti di un'ora

Guida Guida

Nella notte che precede la Santa Pasqua, tra sabato 26 e domenica 27 marzo, alle 2 torna l'ora legale. 

Con l’arrivo della primavera le giornate iniziano ad allungarsi e torna il consueto appuntamento con l'ora legale. Nella notte che precede la Santa Pasqua, dovremo spostare in avanti di un’ora le lancette dell’orologio.

Alle due di notte, tra sabato 26 e domenica 27 marzo acquisteremo un'ora di luce in più ma dormiremo un'ora in meno.

Dormendo un'ora in meno la mattina di Pasqua, alcune persone potrebbero avere delle ripercussioni sull’organismo e possibili effetti collaterali da non prendere sotto gamba nel caso si facessero pure le ore piccole.

Secondo gli esperti sono diversi i possibili disturbi che l’organismo accusa in relazione all’introduzione dell’ora legale: si va dai classici disturbi del sonno a una ridotta concentrazione, dallo stress cardiaco allo stress psicologico fino ad arrivare a disturbi che aumentato rischio di incidenti d’auto.

Il passaggio all'ora legale è una convenzione che permette di risparmiare luce elettrica dato che si favorisce per molti mesi la luce solare.

Basta pensare che nell’arco di 6 anni in Italia sono stati risparmiati ben 6 miliardi di Kilowatt/h, per un risparmio economico che ammonta a circa 900 milioni di euro.

In Italia l'ora legale è stata adottata definitivamente nel 1966 dopo che era stata introdotta, durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, come misura temporanea per il risparmio energetico in modo da permettere un razionamento dell'energia elettrica nelle città colpite dalla guerra.

Il cambio dell’ora è stato istituito in Gran Bretagna per la prima volta nel 1916, ma per la sua ufficializzazione si è dovuto aspettare il 1965. Fino al 1980 l’ora legale era di soli 4 mesi, e poi è passata a 6 mesi dal 1981 al 1995.

Dal 1996 invece l’ora legale ha una durata di 7 mesi: l’ultima domenica di marzo è la data di inizio dell’ora legale e l’ultima domenica di ottobre è l’inizio dell’ora solare.

Foto www.inmeteo.net

L’idea originale

Il primo ad avere l’idea di risparmio energetico legato all’ora fu Benjamin Franklin che nel 1784 scrisse un articolo a riguardo sul Journal de Paris,  ma si dovette aspettare il 1907 perché la sua idea venisse ripresa e sviluppata da un costruttore inglese, William Willet.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI