Come aiutare la tintarella con il basilico

Guida Guida

Il basilico stimola la melanina, che protegge la pelle dai radicali liberi che si formano quando ci si espone al sole. Scopri i suoi benefici sulla pelle.

Il basilico è una pianta aromatica da tutti conosciuta, ma delle sue proprietà antiossidanti se ne parla poco.

Ecco come aiutare la tintarella con il basilico

  • Oltre a profumare insalate e salse, il basilico torna utile anche per l’abbronzatura. Ha proprietà antiossidanti, in grado cioè di vincere la battaglia contro i radicali liberi, quei frammenti di molecole che si formano quando ci si espone al sole
  • I radicali liberi danneggiano le cellule cutanee causando le rughe
  • La capacità degli alimenti di bloccare i radicali liberi e quindi l’invecchiamento cellulare, si chiama ORAC (Oxygen radical absorbance capacity)
  • Il basilico ha un indice Orac di 4805 per 100 grammi e unito ad una dieta ricca di altri alimenti antiossidanti, diventa un prezioso alleato della pelle che si prepara al sole
  • Oltre ad essere uno scudo antirughe, il basilico contiene due importanti carotenoidi: la luteina, presente nelle verdure a foglie verdi, e il betacarotene, tipico anche dei vegetali arancioni come le carote. Sono precursori della vitamina A e stimolano la produzione di melanina, responsabile dell’abbronzatura
  • Il basilico dà il uso massimo con il pesto. Si consiglia infatti di preparare la ricetta genovese per avere risultati efficienti, in quanto la salsa contiene un concentrato di sostanze amiche del cuore e della salute come gli omega 6 che favoriscono l’aumento del colesterolo buono e tengono a basa quello cattivo.

Photo Credit: © Yuri Arcurs - Fotolia.com

Meglio non cuocere il basilico, altrimenti il suo sapore viene neutralizzato. Va aggiunto a crudo dopo averlo sciacquato. Le foglie vanno staccate con le mani e mai tagliate con il coltello.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI