Dieta mediterranea: a lezione dagli antichi romani

Guida Guida

La dieta mediterranea è uno dei regimi alimentari migliori per proteggere la salute. Riscopri i suoi principi originali!

La dieta mediterranea occupa un posto di spicco nel panorama dei regimi alimentari più salutari.

Purtroppo, però, spesso i suoi principi non vengono seguiti in modo corretto nemmeno da chi crede di portarli a tavola tutti i giorni.

Per seguire una dieta mediterranea non basta mangiare i prodotti tipici di paesi, primo fra tutti l'Italia, considerati patria di questo regime alimentare

A ricordarlo sono gli esperti riunitisi a Pompei in occasione della tavola rotonda “Il concetto di nutrizione dal 79 d.C. al 2015”, secondo cui l'uomo moderno potrebbe trarre una vera e propria lezione dalle abitudini alimentari degli antichi romani.

In particolare, a dare un esempio da seguire non sono gli eccessi dei più ricchi dell'epoca, ma le scelte, la sobrietà e la semplicità dell'alimentazione del popolo.

Nutrienti, fibre e polifenoli dell’olio extravergine, dei cereali e di molti alimenti consumati dal popolo romano restano ancora oggi dei validi alleati della salute

I vantaggi della loro inclusione nell'alimentazione quotidiana riguardano anche la prevenzione delle principali malattie croniche, metaboliche e tumorali.

"La dieta di base degli abitanti di Pompei, come testimonia ancora una lista incisa nel muro di una taverna al centro della città, era assai semplice", ha spiegato lo storico Zeffiro Ciuffoletti, precisando: "pane come base, seguito dall’olio e dal vino, formaggio. Con qualche rara aggiunta di pesce o di carne”.

Per quanto riguarda nello specifico il vino, Enzo Grossi, advisor scientifico del Padiglione Italia Expo Milano 2015, ha sottolineato che "un bicchiere di vino, appena 150 ml, contiene da 1 a 2 grammi per litro di polifenoli, quantità equivalente a quella che si trova in: 2 tazze di the verde, 5 mele, 5 porzioni di cipolle, 5 porzioni e mezzo di melanzane, 500 ml di birra, 7 bicchieri di succo d’arancia, 20 bicchieri di succo di mela".

Fra i benefici di un consumo moderato di questa bevanda tipica della dieta mediterranea sembra esserci anche la promozione della longevità. Ciò, ha aggiunto Grossi, "dovrebbe spingerci sempre più a un consumo intelligente di questo nobile componente della cucina mediterranea".

Se intesa come regime alimentare sobrio e frugale caratterizzato dal consumo di cereali, fibre, vino e olio extravergine, la dieta mediterranea è quindi ancora oggi il migliore modello nutrizionale per proteggere la salute.

Foto: © lily - Fotolia.com
Fonte: Adnkronos Comunicazione

Vino sì, ma con moderazione

 Quando si beve vino appellandosi alle molecole salutari che contiene non bisogna dimenticare un importante particolare: al suo interno è presente anche alcol. Per questo il suo consumo non deve mai superare le quantità massime consigliate dagli esperti.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI