Non solo cuore, il vino rosso può proteggere anche il cervello

Guida Guida

Il vino rosso contiene resveratrolo. Scopri quali potrebbero essere i suo benefici per il cervello. 

Il vino rosso, bevanda tipica della tradizione mediterranea, è noto per i benefici esercitati sulla salute del cuore.

Il suo ingrediente nascosto è il resveratrolo, una molecola che sembra esercitare una preziosa attività antinfiammatoria.

A trarre beneficio dal suo consumo non sarebbe però solo l'apparato cardiovascolare.

Il resveratrolo potrebbe aiutare anche a proteggere il cervello dagli effetti dell'invecchiamento

A suggerirlo è uno studio condotto sui ratti da un gruppo di ricercatori coordinato da Ashok Shetty, esperto del Texas A&M Health Science Center College of Medicine.

I suoi risultati, pubblicati su Scientific Reports, sembrano infatti indicare che il resveratrolo aiuta a prevenire la perdita della memoria che può accompagnare l'invecchiamento.

Gli esperimenti condotti da Shetty e collaboratori hanno previsto di somministrare a dei ratti di età paragonabile alla mezza età umana del resveratrolo o un placebo.

E' stato così scoperto che la somministrazione di resveratrolo era associata a un miglioramento della memoria spaziale, una funzione che con il passare del tempo diminuiva negli animali che avevano ricevuto il placebo.

Le analisi condotte hanno anche dimostrato che il resveratrolo raddoppia lo sviluppo di nuovi neuroni, migliora la microvascolatura cerebrale – migliorando così il flusso sanguigno – ed è associato a un livello inferiore di infiammazione cronica a livello dell'ippocampo, area del cervello coinvolta proprio nei meccanismi della memoria.

Secondo Shetty questi risultati rappresentano una prova del fatto che un trattamento a base di resveratrolo durante la mezza età potrebbe aiutare a migliorare la memoria.

Gli esperti non escludono nemmeno che questa molecola possa rivelarsi utile nella gestione di malattie neurodegenerative gravi come l'Alzheimer.

Non è però ancora il momento di consigliare di bere vino rosso per proteggere la memoria e, soprattutto, non bisogna dimenticare le raccomandazione degli esperti di non superare 1 o 2 bicchieri al giorno a seconda che si sia, rispettivamente, una donna o un uomo.

Foto © MarcoBagnoli Elflaco - Fotolia.com
Fonte: newswise 

Non solo vino

Il resveratrolo non si trova solo nel vino rosso, ma anche nella buccia dell'uva nera, nelle arachidi e in alcuni frutti di bosco

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI