Tumore al seno, attenzione alla carne rossa

Guida Guida

Alcuni cibi sembrano aumentare il rischio di cancro: ecco cosa è stato scoperto su carne rossa e tumore al seno.

Il consumo eccessivo di carne rossa può mettere in pericolo la salute.

Ricerche condotte in passato hanno ad esempio portato ad ipotizzare che eccedere con il consumo di questo alimento può aumentare il rischio di sviluppare un cancro all'intestino. Oggi, invece, l'attenzione si sposta sul seno.

I ricercatori dell'Università di Harvard hanno scoperto che quando si è delle giovani donne mangiare molta carne rossa può aumentare il rischio di sviluppare un tumore al seno

Le analisi che hanno portato a questa conclusione, pubblicate sulle pagine del British Medical Journal, hanno svelato anche un dettaglio in più: sostituire il consumo di carne rossa con quello di fagioli, piselli e lenticchie, pollame, frutta secca e pesce può ridurre i rischi corsi dalle donne più giovani.

I ricercatori hanno preso in considerazione informazioni sullo stato di salute di 89 mila donne di età compresa tra i 24 e i 43 anni raccolte nel corso di 20 anni.

Concentrandosi sui 2.830 casi di tumore al seno identificati è stato scoperto che consumi elevati di carne rossa sono associati a un leggero aumento del rischio di cancro al seno.

Elevati consumi di pollame sono invece stati associati a una riduzione del rischio nelle donne in post-menopausa, ma non solo.

I ricercatori sono infatti riusciti anche ad elaborare delle stime dell'effetto della sostituzione del consumo di carne rossa con quello di altre fonti di proteine.

Dai loro calcoli è emerso che:

  • sostituire una porzione al giorno di carne rossa con una porzione al giorno di legumi riduce del 15% il rischio di tumore al seno. Nel caso delle donne in età fertile l'effetto potrebbe essere maggiore e attestarsi attorno a una riduzione del 19%;
  • sostituire una porzione al giorno di carne rossa con una porzione al giorno di pollame riduce del 17% il rischio di tumore al seno. Dopo la menopausa l'effetto è maggiore e può addirittura corrispondere a una riduzione del 24%;
  • sostituire una porzione al giorno di carne rossa con una combinazione di legumi, frutta secca, pollame e pesce riduce del 14% il rischio di tumore al seno.

Sulla base di questi risultati gli autori hanno concluso che “il consumo di carne rossa da giovani adulti può essere un fattore di rischio per il cancro al seno e sostituire la carne rossa con una combinazione di legumi, pollame, frutta secca e pesce potrebbe ridurre il rischio di tumore al seno”.


Foto credit: © Nobilior - Fotolia.com
Fonte: British Medical Journal

Alimentazione, un alleato contro i tumori

 Alcuni alimenti aiutano a ridurre il rischio di sviluppare un tumore. Fra gli amici della salute ci sono alghe, pomodori, frutti di bosco, cavoli, aglio, cipolla, soia, funghi, pesce, semi di lino, arance, cioccolato, tè verde e vino rosso, ma non solo: anche spezie e probiotici proteggono dal cancro.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI