Salute gastrointestinale, un aiuto prezioso dagli omega 3

Guida Guida

Gli omega 3 sono preziosi alleati della salute. Scopri i loro benefici a livello gastrointestinale!

La salute gastrointestinale non è solo una questione di pancia piatta: irregolarità e cattiva digestione possono sfociare in disturbi molto più seri, soprattutto quando diventano cronici.

A riportare l'attenzione sull'argomento e ASSITOL, l'Associazione italiana dell'industria olearia, che sottolinea come il consumo di alcuni tipi di grassi possa essere di grande aiuto per chi soffre di problematiche gastrointestinali.

Favorendo l'attività della flora intestinale gli omega 3 aiutano l'organismo a sconfiggere in modo naturale i disturbi gastrointestinali

A darne prova sono i risultati di due recenti ricerche, entrambe presentate a Stoccolma dalla società internazionale per lo studio di grassi e lipidi (Issfal).

In particolare, un gruppo di ricercatori della British Columbia, in Canada, ha dimostrato che gli omega 3 favoriscono l'attività della flora intestinale.

Il loro effetto positivo sarebbe mediato soprattutto dai batteri antinfiammatori che aiutano a combattere disturbi intestinali di tipo cronico, ad esempio la colite.

ASSITOL ricorda anche il parere degli esperti dell'Harvard Medical School e del Massachusetts General Hospital, secondo cui “in certe condizioni di salute, è addirittura consigliabile un alimento arricchito con un'alta concentrazione di omega 3”.

L'Issfal ha commentato i risultati presentati a Stoccolma sottolineando che assumere “i grassi giusti” è ancora più importante che ridurre la quantità di lipidi introdotti ogni giorni nell'alimentazione.

In altre parole, a fare la differenza in termini di salute non è solo la quantità di grassi portati in tavola, ma anche il loro tipo.

Attenzione, quindi: bandire totalmente i grassi dalla propria alimentazione potrebbe essere controproducente.

Piuttosto, il modo migliore per proteggere la salute dell'intestino è agire sulla qualità di ciò che si mette nel piatto.


Foto © ag visuell - Fotolia.com
Fonte: ASSITOL

Non solo pesce

Il pesce grasso (come salmone, sgombro e tonno) è una delle migliori fonti di omega 3, ma secondo uno studio pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition anche gli omega 3 di origine vegetale sarebbero assunti facilmente dall'organismo. Largo, quindi, anche a noci e semi di lino.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI