Corsa e buonumore: come si crea la “dipendenza” dalla corsa

Guida Guida

Tutto sta nell’iniziare a correre: i più assicurano che poi non se ne riesce a fare a meno. Sarà vero? Scopriamolo insieme!  

Correre, correre, correre. Correre fino a non avere più fiato. Correre sempre.

Dal nulla, alla maratona: di storie così ce ne sono tante, di persone che dalla sedentarietà moderata sono arrivate in poco tempo a non poter più fare a meno della corsa, andando persino a correre una maratona.

►Lo sapete come ci si allena per una maratona? Ve lo abbiamo spiegato qui!

Benessere, dipendenza, entusiasmo: chi corre dice che se si inizia, poi non si riesce a farne a meno. Sarà vero?

A quanto pare sembra proprio di sì, e gli esperti hanno coniato un nome per definire tutto ciò: runner’s high, ovvero “picco del corridore”, che si può estendere a exercise high, come benessere che si estende a tutte le attività sportive in generale.

  • Il runner’s high o exercise high corrisponde a uno stato emotivo caratterizzato da profondo benessere, euforia e appagamento che si sperimenta durante la corsa o l’attività fisica, soprattutto se aerobica.
  • Questo fenomeno ha in realtà una causa ben definita. Infatti, i ricercatori hanno dimostrato che dopo la prima mezz’ora di attività aerobica continuativa, in particolare di corsa, si attivano le aree del cervello della zona pre-frontale e limbica del cervello. Si tratta di aree fondamentali nei processi emozionali.
  • Correndo il cervello, nella parte dell’ipofisi, è stimolato a produrre le endorfine, sostanze che creano eccitazione, sensazione di forza, senso di efficacia, alterazione della percezione dello scorrere del tempo.

La produzione di endorfine genera uno stato di benessere che dà maggiore sensibilità agli stimoli, mette in allerta i sensi, stimola la reattività del pensiero. Tutto questo è quello che crea la cosiddetta dipendenza da corsa

Proprio quella per cui, una volta iniziato a correre, non avrete più voglia di smettere. La corsa vi mancherà, un po’ come l’ossigeno nell’aria, e non potrete più farne a meno.

L’attivazione delle endorfine dà benessere emotivo e fisico, permettendo di mantenere alta la motivazione di chi fa sport.

Ma non solo: le endorfine diventano un antidoto contro lo stress e una prevenzione naturale di insonnia e invecchiamento precoce.

Perchè le endorfine si attivano mentre correte, ma rimangono in circolo anche dopo la corsa: e così, ci si sente bene anche dopo. E se non si torna ad allenarsi costantemente, ci si sente irritabili e nervosi....meglio correre, allora, per stare sempre bene con se stessi e con gli altri!

►Leggete anche come non perdere la motivazione nel fare sport!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI