App e fitness, è boom: tecnologia al servizio del fitness

Guida Guida

Secondo una ricerca il 70% di chi fa fitness usa app per monitorare i progressi, migliorare le performance e lo stato di salute  

Mobiquity Inc ha condotto una ricerca tra chi utilizza app mentre fa fitness, dalle più classiche per tenere conto di chilometri percorsi, calorie bruciate e così via a quelle specifiche che combinano workout ad hoc in base ai risultati da ottenere.

Ne è emerso che il 70 percento delle persone usa app su dispositivi mobili giornalmente, per monitorare calorie bruciate e il tipo di attività svolta

Invece, solo il 40 percento condivide le proprie performance con il proprio dottore!
 

  • Lo studio condotto rivela una grande opportunità per chi si occupa di salute: quella di utilizzare i dispositivi mobili per migliorare i comportamenti di vita delle persone
  • Infatti, il 34 percento di chi usa le fitness app dedicate a sport, fitness e salute ha dichiarato che aumenterebbe l'utilizzo delle app se consigliato dal medico
  • Secondo i dati raccolti dalla ricerca di Mobiquity, il 73 percento delle persone cerca di "stare meglio" in generale usando app e smartphone, per tenere sotto controllo le proprie performance e il proprio stato di salute

Le tipologie di app più usate sono:

  • consumo e introito calorico
  • controllo del peso
  • monitoraggio esercizi
  • monitoraggio corsa
  • pedometri
  • controllo stress
  • comunicazione con professionisti della salute
  • monitoraggio dei cicli di sonno.


Il 53% ha scoperto di mangiare troppo rispetto a quanto pensava; il 63%intende continuare e anzi aumentare l'utilizzo delle app nei prossimi anni. Il 55% degli attuali utilizzatori delle app hanno anche intenzione di introdurre accessori quali pedometri, braccialetti o smartwatch.

Per molti, usare uno smartphone per monitorare la popria salute o il proprio livello di allenamento è più importante di usare il telefono per i social, lo shopping online, la musica e per fare o ricevere telefonate.

I motivi che spingono all'utilizzo delle app sono, in ordine di rilevanza, il controllo degli obiettivi per il 30% degli intervistati, la motivazione per il 27%, la ricerca delle abitudini poco salutari per il 7%, la competizione per il 2%.

Ma le raccomandazioni dei medici sembrerebbero essere un buon incentivo all'utilizzo costante delle app; altri incentivi sarebbero una maggior privacy, una maggiore semplicità e velocità di utilizzo. Molti infatti smettono di usare le app perché le trovono dispendiose in termini di tempo, complesse da utilizzare o poco utili ai propri scopi.


Credit Foto © alexey_boldin - Fotolia.com

Mobiquity

Lo studio di Mobiquity è stato condotto da Research Now su un campione di 1000 consumatori utilizzatori reali o futuri di mobile app, in marzo 2014

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI