Come utilizzare correttamente la pietra pomice

Guida Guida

Scopri come utilizzare la pietra pomice in modo corretto per eliminare le ruvidità e dare ai piedi un aspetto sano e bello da esibire senza vergogna!

Alzi la mano chi, nello scoprire i piedi, non è mai completamente a proprio agio: secchezza, talloni screpolati, pelli indurite che si eliminano a fatica. Sono tutti dettagli che rendono i sandali, e le passeggiate sulla spiaggia, un vero incubo.

Non nascondere i tuoi piedi ma impara a curarli utilizzando la pietra pomice nel modo giusto.

Pietra pomice: che cos'è?

Un po' di ripasso per chi fosse completamente digiuno di nozioni da "pedicurist": la pietra pomice è una roccia di origine magmatica, molto leggera e porosa (tanto da galleggiare nell'acqua). Viene ampiamente utilizzata in campo cosmetico inquanto lievemente abrasiva e quindi perfetta per la rimozioni di pelli indurite e calli.

Ma come si usa? Vediamolo, step by step.

  1. Prima di procedere lava accuratamente i piedi: è preferibile un pediluvio in acqua caldo-tiepida per ammorbidire le pelli da trattare e rendere così la rimozione delle parti dure molto più semplice e indolore.
  2. Dopo aver tenuto in ammollo i piedi per una decina di minuti, procedi sfregando la pietra sulle parti da trattare, con movimenti lenti e delicati, senza praticare una pressione eccessiva.
  3. Una volta esfoliata la parte interessata, elimina la pelle in eccesso con un panno morbido e soffice. Dopo aver asciugato al meglio i piedi, massaggiali con una buona crema idratante.

Ricorda sempre di non insistere troppo: non tentare di rimuovere tutto in un'unica volta per evitare ferite o irritazioni. Preferisci ripetere l'operazione più volte nell'arco di una settimana per non aggredire l'espidermide da trattare.

La pietra pomice è un'alleata fondamentale della pedicure: dura una vita e non delude davvero mai. Che ne dici di provarla?

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI