Come progettare la porta d’ingresso secondo il Vastu Vidya

Guida Guida

La porta di ingresso, secondo il Vastu Vidya, ha un’influenza sul flusso energetico: direzione, simmetria e proporzione hanno significati ben precisi.

Secondo il Vastu Vidya la posizione, la forma e la direzione di porte e vialetti d’ingresso è estremamente fondamentale: l’ingresso fornisce la prima impressione di una casa e di chi la abita ed è in grado di influenzare l’atmosfera del luogo.

La presenza di vedha, ostacoli che impediscono il normale flusso di energia andrebbero rimossi o mitigati con i yantra, simboli che allontanano gli influssi nocivi

I vedha più comuni sono ad esempio un albero eccessivamente vicino o un lampione ma anche una chiesa o un cimitero vicino: le ostruzioni sono innumerevoli e di diverso genere.

Gli yantra sono rappresentazioni grafiche appositamente disegnate da un esperto di Vastu oppure delle statue del dio Ganesh, il dio dalla testa di elefante, custode della casa e della famiglia.

In India esistono poi degli yantra protettivi di uso comune rappresentati dalla pianta di basilico, un’erbacea aromatica considerata sacra e in grado di allontanare le forze negative e come tale mai usata per cucinare al contrario di quanto accade in Occidente.

Una volta superato il cancello di un’abitazione, prima di giungere alla porta d’ingresso, di solito si percorre un vialetto che ha un impatto sul flusso energetico diretto verso casa: occorre verificare che non vi siano ostruzioni lungo il percorso come cespugli e pietre incombenti ai lati e nel caso eliminarle.

La porta di ingresso è considerata come la bocca del corpo umano e quindi dovrebbe essere maggiore rispetto tutte le altre porte di casa: idealmente dovrebbe avere un’altezza tripla rispetto la sua larghezza.

Per consentire un corretto passaggio del flusso energetico la porta d’ingresso non dovrebbe essere posizionata al centro della facciata ma spostata più verso l’angolo nord–est

Infatti, secondo il Vastu Vidya una porta rivolta ad est è portatrice di successo e realizzazione dei sogni mentre una porta orientata a nord è foriera di fortuna e fertilità: la combinazione delle due posizioni è dunque considerata la migliore soluzione.

Oltre a simmetria e proporzione è importante valutare il funzionamento e il materiale di una porta d'ingresso: la porta deve cioè apparire solida e costruita in legno, deve avere cardini solidi e deve aprirsi con facilità senza produrre rumori sgradevoli o cigolii fastidiosi.

Foto © tbel - Fotolia.com 

Porte fra vicini

Le porte di ingresso di due case non dovrebbero mai trovarsi l’una di fronte all’altra perché la combinazione di energia cosmica e di aria provocherebbe scontri tra i vicini.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI