Come arredare casa in stile organico

Guida Guida

Arredare casa in stile organico significa ispirarsi alle forme della natura: legno e materiali naturali conferiscono agli ambienti tranquillità e modernità.

Una delle tendenze più in voga del momento è l’arredo organico, lo stile che trae ispirazione dalle forme della natura e che si adatta facilmente alle necessità dell’uomo.

L’organic design attribuisce un significato particolare all’abitare progettando spazi pratici e luminosi in modo da migliorare il vivere quotidiano

L’utilizzo di arredi dalle forme organiche genera interni in cui non vi è più una netta contrapposizione tra dentro e fuori, buio e luce, caos e pace perché ogni elemento si armonizza con il resto.

Nell’arredamento organico si fa largo uso di legno e materiali naturali che contribuiscono a regalare una generale sensazione di benessere e tranquillità: gli arredi organici sono caratterizzati da un’estetica gradevole e da un’estrema eleganza.

Molta attenzione viene prestata ai processi industriali per la produzione di nuove tipologie di arredo ecco perché, accanto al legno, hanno iniziato ad assumere sempre più spazio anche elementi in materiale plastico o riciclato come il cartone.

Non a caso, oltre alla tendenza organica per eccellenza, vale a dire lo stile d’arredo scandinavo, si stanno imponendo anche lo stile eco-frendly e il biomorfismo

Lo stile scandinavo è caratterizzato da grande semplicità, luminosità e funzionalità: gli interni, di un’eleganza naturale, sono adatti a persone che amano la praticità e la leggerezza.

A tratti minimalista o romantico, l’arredo scandinavo prevede il dominio del bianco e la presenza di pochi mobili, di muri disadorni e di scarsi soprammobili: qualche fotografia alle pareti, divani comodi con cuscini e coperte di pile, qualche vaso in stile o una lampada.

>>>LEGGI ANCHE: Come arredare con il colore bianco

Nello stile scandinavo il legno regna sovrano, soprattutto nelle essenze al naturale della betulla e dell’acero, a differenza dell’arredo biomorfico dove protagonista indiscussa è la plastica, usata in modo intelligente e ironico.

Nel biomorfismo si sperimentano forme nuove per dar vita ad oggetti d’arredo ergonomici, morbidi, armoniosi ed originali: un esempio molto famoso, e per certi versi rivoluzionario, è Bookworm, la libreria flessibile di Ron Arad modellabile come un’onda sinuosa.

Nell’ arredo eco-frendly il cartone, usato per forgiare poltrone, librerie e tavolini dalle superfici grezze, riveste ultimamente un successo senza precedenti: resistente, economico ed ecologico è il materiale più trendy del momento.

Foto © XtravaganT - Fotolia.com

>>>LEGGI ANCHE: Come arredare casa in estate: 5 idee da copiare

Creazioni biomorfiche

Tra le creazioni più significative del biomorfismo, oltre al Bookworm di Ron Arad, si possono menzionare la lampada Boalum progettata da Gianfranco Frattini e Livio Castiglioni, realizzata in plastica bianca flessibile e modellabile in qualsiasi forma, e la Corallo Chair dei fratelli Campana, una poltrona realizzata con filo d'acciaio curvato a mano e rifinita con vernici epossidiche.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI