Come scegliere il futon

Guida Guida

Il futon, materasso tipico della tradizione giapponese e realizzato con materiali naturali: la soluzione d’arredo ideale per gli amanti del minimalismo. 

Futon è una parola giapponese che significa “materasso arrotolato”: si tratta infatti del materasso tipico della tradizionale nipponica, risalente a più di 2500 anni fa, interamente realizzato in cotone, rigido, sottile ed ergonomico.
Negli ultimi anni il futon è diventato di moda in Occidente soprattutto tra coloro che amano uno stile d'arredo minimalista ma anche tra chi, per motivi pratici, tende spesso ad ospitare amici e parenti nonostante non disponga di una casa grande.

Il futon è un materasso realizzato con materiali naturali, infatti è composto principalmente da strati di cotone cardato associato a lattice oppure a fibra di cocco o crine vegetale.

I materiali naturali con cui è realizzato permettono al corpo di respirare mantenendolo caldo in inverno e fresco d'estate.

I futon possono essere in puro cotone 100% per garantire una traspirabilità assoluta e un grado elevato di rigidezza oppure in cotone con una lastra di lattice alta 4 cm interposta tra i due strati di cotone per garantire un livello di rigidezza di medio.

Altri tipi di futon sono in cotone, lattice e cocco: la lastra di cocco è composta da fibra di cocco puro e serve ad aumentare la rigidezza. Ci sono poi i futon in doppio lattice e quelli con lo strato di lana da un lato per avere il lato estivo e il lato invernale.

La comodità del futon consiste nel fatto che all'occorrenza viene srotolato e alla mattina, viene piegato e riposto in un armadio facendo così guadagnare spazio.

Se quindi desideri un futon per i tuoi ospiti occasionali puoi optare per un semplice materasso che, una volta utilizzato si può arrotolare su se stesso e riporre in una borsa esattamente come se fosse un sacco a pelo.

Se invece desideri il futon proprio per te scegli il materasso in puro cotone 100%: o comunque in materiali completamente ecologici che, quando non viene adoperato viene piegato semplicemente in due e riaperto nel momento del bisogno.

Volendo puoi scegliere anche il classico e tradizionale futon comprensivo di rete ovvero da distendere su una tavola di legno o sul tatami, cioè una pavimentazione composta da tappeti rigidi affiancati e realizzati con paglia di riso intrecciata e pressata.

Foto © bonninturina - Fotolia.com

Manutenzione del futon

Almeno tre volte la settimana, bisogna far prendere aria al futon esponendolo al sole per eliminare l’eventuale umidità accumulata durante la notte e bisogna batterlo per riassestare il cotone al suo interno.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI