Come scegliere sistemi di protezione anti-freddo per le piante

Guida Guida

Con l’arrivo dei primi freddi è importante mettere al riparo le piante: se non hai una serra puoi ingegnarti con dei sistemi di protezione pratici ed economici.

Con l’arrivo dell’autunno le piante che maggiormente soffrono il gelo vanno riparate e protette: l’ideale sarebbe trasferirle in una serra o in una veranda o comunque in un luogo luminoso e non troppo caldo.

Se non ti è possibile puoi comunque rimediare con sistemi alternativi in modo da prevenire e ridurre i danni provocati dal freddo.

Innanzitutto un consiglio preliminare: evita di piantare piante adatte a climi aridi se il terreno del tuo giardino è particolarmente umido perché le radici rischierebbero di marcire in fretta portando all’inevitabile morte della pianta.

Prova a realizzare allora delle aiuole sopraelevate aggiungendo al terreno uno strato di almeno 10 cm di sabbia e ghiaia in modo che la base delle piante rimanga asciutta.

In commercio esistono miniserre per terrazzi e balconi di varie forme e modelli in vendita a prezzi abbordabili.

Uno dei modelli più venduti è la serra ad armadio da appoggiare al muro, munita sul davanti di una cerniera o di un velcro per consentirne la chiusura e l’apertura. All’interno si possono posizionare delle scaffalature o delle mensole dove disporre le piantine e magari anche qualche talea.

Altri trucchi antigelo, ideali per le piante disposte nelle aiuole, sono quelli delle miniserre richiudibili a soffietto da posizionare sopra le piante e da fissare al suolo con dei picchetti oppure le campane di vetro o di plastica da collocare sopra le singole piante.

Le aiuole o le colture dell’orto possono anche essere protette con dei tunnel realizzati con archi di ferro infilzati nella terra e rivestiti con teli di plastica o di tessuto non tessuto o di pvc

I teli in materiale sintetico microforato o i teli di tessuto non tessuto sono ottimi per proteggere anche le piante in vaso: se il vaso poi è in terracotta va avvolto con fogli di plastica a bolle per impedire che il gelo li possa spaccare.

In alternativa le piante possono essere riparate con telai di rete fissati tutt’intorno alla pianta in modo da ripararla oppure se le dimensioni dell’esemplare lo consentono si può usare uno scatolone di cartone da riempire con pezzetti di polistirolo o argilla espansa o fogli di giornale appallottolati.

Per palme e arbusti delicati si può ricorrere a dei cannicciati da avvolgere attorno a vaso e chioma e da richiudere con un giro di fil di ferro ricoprendo poi la sommità con un velo di tessuto non tessuto.

Infine un trucco sempre utile per proteggere le radici è quello di coprire il terreno alla base della pianta con delle foglie secche fermate con una rete: si tratta dello stesso principio della pacciamatura usata per proteggere anche le aiuole con pezzetti di legno e corteccia che possono anche arrivare a coprire parte del fusto.

Foto © lizascotty - Fotolia.com

Trattamenti antiparassitari

Prima di riparare e coprire le piante è opportuno effettuare un trattamento antiparassitario preventivo per tutelare gli esemplari da malattie, funghi e parassiti.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI