Come difendere dai parassiti le piante del tuo orto con altre piante

Guida Guida

Alcune piante offrono una valida ed efficace alterativa all’uso di pesticidi chimici nella lotta ai parassiti che infestano le piante del tuo orto.

Esistono almeno 2000 specie di piante che possono essere usate contro i parassiti che infestano il tuo orto: alcune hanno proprietà insetticide e funghicide, altre possono essere utilizzate come repellenti, altre ancora risultano valide nel tenere alla larga topi, limacce e batteri.

Difendere le piante dai parassiti con altre con i principi attivi derivanti da altre piante ha senso però solo se si attua una salutare prevenzione e si svolgono lavori e interventi rispettose del suolo e degli organismi che lo abitano.

Molte delle piante con proprietà antiparassitarie provengono da luoghi con clima tropicale: Piretro, Neem, Ryania e Rotenone sono ad esempio tra gli insetticidi più potenti estratti proprio da piante provenienti da zone tropicali.

I preparati a base di piante sono per lo più infusi, decotti, macerati ed estratti acquosi che vanno riversati o spruzzati sulla pianta infestata dai parassiti

I preparati a base di aglio o erba cipollina o cipolla risultano validi nel prevenire e curare malattie fungine e batteriche di rose, insalate, fragole e alberi da frutto.

Con l’ailanto si preparano efficaci infusi per annientare afidi e acari: la pianta ha un odore nauseabondo durante la fioritura e le sue foglie contengono un succo caustico.

Impiegato come decotto, infuso o macerato l’assenzio contiene tannini e oli eterici efficaci contro afidi, formiche e larve di diversi insetti.

L’equiseto, noto anche con il nome di Coda cavallina è usato sulla pianta nei trattamenti per prevenire le malattie fungine, invece l’Erba amara o Balsamita odorosa ha proprietà insetticide.

Il nasturzio, oltre a tornar utile nelle consociazioni contro gli afidi, può venire impiegato come estratto acquoso per combattere gli insetti infestanti.

L’albero del Neem, originario del sudest asiatico, contiene nei suoi semi un principio insetticida, l’azadiractina, in grado di inibire lo sviluppo delle larve di lepidotteri e coleotteri, afidi, cimici, acari e cocciniglie.

Molti oli essenziali di piante aromatiche come timo, melissa, rosmarino, eucalipto e menta possono essere impiegati contro insetti parassiti grazie alla loro azione repellente.

Tra gli altri insetticidi naturali vale la pena ricordare l’ortica, il piretro ricavato da alcune specie di crisantemi, la quassia, il rabarbaro, il rafano e il tanaceto molto utile per allontanare le zanzare.

Foto © CandyBox Images - Fotolia.com

Piante fuorilegge?

Molti prodotti fitoterapici, pur essendo ineccepibili dal punto di vista tossicologico, non risultano ancora legalmente autorizzati nel trattamento antiparassitario delle piante per cui è bene informarsi prima.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI