Come fare aiuole a cumulo con gli scarti organici

Guida Guida

Che fare con gli scarti organici del tuo orto-giardino? La soluzione ideale potrebbe essere realizzare delle aiuole a cumulo con le foglie e i rami secchi.

Nel periodo autunnale, quando si eseguono i lavori di raccolta e pulizia dell’orto e del giardino, si tende ad accumulare molto materiale organico: foglie secche e resti di potatura possono essere usati per creare delle aiuole a cumulo.

L’aiuola a cumulo è una sorta di montagnola realizzata con vari strati di scarti organici su cui è possibile coltivare piante con successo soprattutto in quei terreni sfavoriti per il clima freddo e ventoso o per la povertà del suolo.

La prima operazione per allestire un’aiuola a cumulo consiste nell’asportare circa 20 cm dello strato superficiale del terreno: al suo posto si inserisce quello che viene considerato il nucleo dell’aiuola e cioè uno strato di materiale secco e legnoso come rami.

Questo nucleo deve poi essere ricoperto con uno strato di zolle erbose capovolte, a sua volta rivestito da foglie secche o da paglia.

Si procede poi con lo stendere uno strato di 10 cm di terra mischiato a letame e compost ed infine si riveste il tutto con la terra madre che era stata asportata all’inizio.

In questo modo viene a crearsi una vera e propria montagnola alta anche 60 o 80 cm e larga tra i 150 e 180 cm che in poco tempo si ridurrà di circa un terzo perché il nucleo portante tenderà a decomporsi

L’aiuola a cumulo produce non solo ottimo humus, ricco di azoto, ma anche molto calore ragion per cui è ideale per la coltivazione di piante come pomodori, cavoli, zucchine, cetrioli, porri e peperoni. Negli anni successivi si potranno coltivare altre piante che richiedono una minore quantità di elementi nutritivi come le lattughe, le carote, le cipolle e le fragole.

Benché l’aiuola a cumulo offra molti vantaggi tra cui quello di ampliare la superficie coltivabile di circa 1/3, per prepararla ci vuole una certa fatica.

Inoltre l’acqua tende a scivolare ed evaporare molto in fretta per cui è necessario irrigare l’aiuola abbondantemente ogni giorno, senza contare poi che è il luogo ideale per trasformarsi in tana per topi e roditori.

Foto © alisonhancock - Fotolia.com

L’orientamento migliore

L’aiuola a cumulo deve essere orientata in direzione nord-sud per poter sfruttare al massimo l’esposizione al sole.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI