Confermato il Bonus mobili nel 2015

Guida Guida

Il Bonus mobili, l'incentivo incluso nella legge di stabilità, introdotto nel 2013 e riproposto nel 2014, verrà garantito anche per l’anno 2015.

Il Bonus Mobili, cioè la detrazione fiscale applicata all’acquisto di mobili finalizzati all’arredo di un immobile oggetto di ristrutturazioni, sarà valido anche per tutto il 2015.

Frutto della Legge di Stabilità, questa riduzione sulle imposte che le persone fisiche pagano allo Stato attraverso la dichiarazione dei redditi (IRPEF) è entrata in vigore per la prima volta nel 2013, e poi riproposta nel 2014.

Questa decisione è stata presa perché sono stati registrati buoni risultati e per far si che le imprese italiane continuino a investire sul territorio.

Secondo i dati elaborati dal Centro Studi FederlegnoArred, grazie al Bonus mobili, i posti di lavoro mantenuti saranno più o meno 10.000 entro la fine del 2014.

Il Bonus mobili ha infatti determinato una crescita degli acquisti di arredi che si aggira intorno ai 1,9 miliardi di euro e un gettito di iva aggiuntivo pari a circa 360 milioni di euro.

Per Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo questa decisione servirà a garantire un sostegno fondamentale alle imprese italiane del settore che così potranno continuare a investire sul territorio italiano.

Ricordiamo che l’incentivo per l’acquisto di mobili e arredi ha un tetto di spesa di 10.000 euro, con una detrazione del 50%: pertanto si possono scaricare dalle tasse un massimo di 5.000 euro da ripartire in 10 rate annuali.

Ne possono beneficiare tutte le persone fisiche che presentano dichiarazione dei redditi e pagano imposte allo Stato, purché abbiano eseguito un intervento di recupero del patrimonio edilizio di una unità immobiliare.

I beni oggetto della detrazione sono i grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, gli apparecchi per illuminazione, i materassi e i mobili nuovi come divani, poltrone, letti, comodini, tavoli, sedie, librerie, scrivanie, armadi, cassettiere, credenze, cucine, mobili per bagno e arredi per esterno.

Foto © Rido - Fotolia.com

Solo per persone fisiche

Le imprese non hanno diritto al Bonus Mobili perché si tratta di un'agevolazione fiscale rivolta alle persone fisiche.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI