Perché scegliere il porcellino d'India come animale domestico

Notizia Notizia

C'è chi va oltre i tradizionali cani e gatti e sceglie creature più esotiche e insolite, come il porcellino d'India: ecco tutto quello che c'è da sapere su questi animali 

Perché scegliere il porcellino d'India come animale domestico

Nonostante prendersi cura di un cane o di un gatto non sia un compito per tutti, oggi la scelta dell'animale domestico non è più limitata solo a queste due specie. C'è chi adotta un piccione, chi una mangusta striata, chi un furetto, chi un porcellino d'India, altrimenti nota come cavia domestica. Come tutti gli animali però anche per questo piccolo roditore ci sono delle accortezze da adottare per evitare di attentare alla sua salute

Ecco tutto quello che c'è da sapere sul porcellino d'India

Il porcellino d'India è un roditore appartenente alla famiglia dei cavidi, originario dell'America del Sud. Viene addomesticato per la prima volta intorno al 5.000 a.C. da alcuni pastori appartenenti alla tribù delle Ande. Fu allevato sia come animale da compagnia che come fonte alimentare. Arrivò in Europa nel XVII secolo.

Questi mammiferi non hanno coda e hanno arti e orecchie corte. Agli arti anteriori hanno quattro dita, a quelli posteriori tre. Sono noti per avere delle unghie molto taglienti e un corpo tozzo, ma molto morbido grazie al folto pelo.

I loro denti, 20 in tutto, continuano a crescere per tutta la vita e mantengono la stessa lunghezza grazie al continuo rosicchiare di cibo e altri materiali (attenti ai mobili!).

Il porcellino d'India si muove lentamente e, se si trova in pericolo, si rifugia nella sua tana per sentirsi al sicuro. Per comunicare usa una specie di squittio e ogni tono ha un preciso messaggio. Il porcellino d'India usa anche dei segnali olfattivi, soprattutto nel periodo riproduttivo: lo scopo è marcare la femmina o segnare il territorio.

Il porcellino d'india ha bisogno di molti liquidi e, vista la sua stazza anche se di dimensioni ridotte, di molto cibo. Hanno bisogno della vitamina C, che assumono da foglie e radici di cui si nutrono. Per allevare un porcellino d'India avete bisogno di poco spazio. Se curati con le dovute attenzioni vivono fino a otto anni.

Scegliere un porcellino d'India significa allevare un animale che richiede molte coccole, che ama divertirsi e che è in grado di ricambiare il nostro affetto. Dato che, allo stato brado, questo animale vive in comunità, si tratta di un esemplare sociale e socievole. Un ideale compagno di giochi!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI