Come fare la valigia giusta per il cane

Guida Guida

In vacanza con gli animali bisogna portare anche il bagaglio con tutte le cose che gli possono servire. Scopri come fare la valigia giusta per il cane.

Quando ci si allontana da casa con il proprio cane bisogna portare con sé tutto quello che potrebbe servire per le sue necessità fintanto che si starà via.

Anche il nostro cane ha bisogno della sua valigia quando viaggia con noi

Alcune cose sono indispensabili sempre, indipendentemente dallo scopo per cui ci si allontana da casa, come collare e guinzaglio. Altre invece possono essere più o meno importanti a seconda della destinazione e dei giorni in cui si starà via.

Se si va dal veterinario non ci si porta certo dietro la sua cuccia, mentre se si parte per una vacanza dobbiamo portare quella e tutti gli altri oggetti che possono servire per farlo vivere come a casa.

In altri termini: bisogna preparare una valigia anche per lui. Cosa è veramente necessario per un cane in vacanza e cosa si può invece lasciare a casa?

Cosa mettere in valigia per il cane

Per non sbagliare meglio ragionarci su e fare le cose con calma. Ecco un piccolo promemoria.

  1. I suoi documenti: il certificato di iscrizione all’anagrafe canina, il libretto sanitario e, per chi va all’estero anche il suo passaporto, aggiornati con tutte le vaccinazioni obbligatorie in regola sono le prime cose da mettere nella valigia perché sono il “lasciapassare” che ci permette di portare il nostro amico all’interno di qualsiasi struttura turistica o mezzo di trasporto. Senza non ci potrebbero far entrare o varcare le frontiere, quindi attenzione a non dimenticarli.
  2. Guinzaglio, collare o pettorina: ci permettono di proteggere il nostro cane dai pericoli e di tenerlo sotto controllo, ma sono anche obbligatori nei luoghi pubblici. Quindi averli con sé durante una passeggiata non è sufficiente per evitare sanzioni: devono essere indossati dal cane e usati correttamente. Anche quelli estensibili vanno tenuti in corto negli ambienti ristretti o affollati.
  3. Museruola: chi ha un cane deve avere sempre con sé una museruola della dimensione adatta anche quando viaggia. In alcuni spazi pubblici è obbligatorio dimostrare di averla a portata di mano o addirittura fargliela indossare, indipendentemente dalla razza o dalla tranquillità del cane. Facciamocene una ragione e aiutiamo piuttosto il nostro amico a non vederla come uno strumento di tortura abituandolo fin da piccolo a indossarla.
  4. Le ciotole: una per il cibo e una per l’acqua. Quest’ultima è meglio tenerla a portata di mano durante il viaggio insieme a una scorta d’acqua. In alternativa potete tenere con voi una di quelle estensibili da viaggio: vi tornerà utile quando andrete insieme a fare escursioni o passeggiate.
  5. Cibo: portate qualche suo snack per il viaggio se il vostro cane non soffre di chinetosi e alcune porzioni della sua pappa preferita per quando sarete arrivati a destinazione: vi serviranno se all'arrivo non riusciste ad andare subito a comprarne o nell'eventualità che non trovaste nulla di quello che mangia di solito a casa e doveste fare un passaggio graduale mischiando un po' del nuovo e un po' del vecchio, per fargli accettare il cambiamento.
  6. Cuccia o brandina: faranno sentire il vostro amico come a casa. Allo scopo anche una sua coperta o il suo tappetino possono andare essere utili.
  7. I giochi: portarne alcuni tra i suoi preferiti servirà a farlo sentire meno spaesato nel nuovo ambiente e a intrattenerlo quando vi capiterà di allontanarvi senza di lui.
  8. Paletta e sacchetti igienici: raccogliere le deiezioni del proprio cane è un obbligo di legge oltreché una questione di civiltà: se non lo fate potreste andare incontro a sanzioni e non vale la pena rovinarsi la vacanza per questo.  
  9. Il “beauty” con gli strumenti per la sua toeletta: spazzola, shampoo, salviettine per la pulizia di occhi e orecchie, e taglia-unghie, a cui aggiungere creme solari per gli animali a pelo bianco, più a rischio di scottature soprattutto sul naso e sul retro del padiglione auricolare.
  10. Occhiali da sole: l'esposizione alla luce solare diretta o indiretta, attraverso il riverbero da parte di uno specchio d'acqua o del manto nevoso, può dare origine a processi infiammatori a carico delle strutture dell'occhio che sono spesso irreversibili. Se il proprio cane appartiene ad una delle razze predisposte per questo tipo di problemi (Pastore Tedesco, pastore Belga, Greyhounds e incroci di queste razze) o è a rischio (cani che vivono al di sopra dei 1200 metri e cani da valanga) sarebbe meglio procurarsi un paio di occhiali da sole per cani.
  11. Farmaci e kit di pronto soccorso da viaggio: oltre ai farmaci che il cane deve prendere regolarmente in una quantità sufficiente per tutta la durata della vacanza, bisognerà mettere in valigia anche un kit con antiparassitari, antiemetici, antidiarroici, stick o farmaci per le punture di insetto e per il mal d'auto se ne soffre, forbicine, garze e disinfettante.
  12. Numeri utili: sempre per le emergenze è meglio avere con sé il numero del veterinario di fiducia e i contatti di uno nel luogo di villeggiatura.

Photo credit: © javier brosch - Fotolia.com

Persi e trovati

Attacca al collare del tuo cane una medaglietta con il suo nome e il tuo numero di telefono. Non vale per l'identificazione ufficiale dell’animale, ma in caso di smarrimento è lo strumento più immediato ed efficace per mettere chiunque lo trovasse nelle condizioni di contattarti subito.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI