Come scegliere il gatto di razza: il Maine Coon

Guida Guida

Il Maine Coon è una delle razze di gatto più affascinanti, ma non è adatto a tutti. Scopriamo quali sono i suoi pregi e i suoi difetti.

Decidere di acquistare un gatto di razza non è cosa facile. Ci si trova davanti a una scelta tra circa 60 razze diverse per morfologia, carattere e colori accettati.
Il modo migliore per scegliere è sempre quello di valutare pregi e difetti di ciascuna razza rispetto al nostro stile di vita e quindi al tempo e allo spazio che saremmo in grado di dargli.

Una razza migliore in assoluto non esiste. Esiste però un tipo di gatto più adatto a noi. Per chi non ha la più vaga idea di cosa scegliere iniziamo a conoscere una delle razze più amate oggi per riuscire a incarnre l’aspetto fiero e un po’ selvaggio del classico felino con un carattere affettuoso e socievole: il Maine Coon.

Chi è il Maine Coon

Il nome Maine Coon significa “procione del Maine”. In effetti l’aspetto (pelo lungo e folto, mantello tigrato e coda voluminosa) ricorda un po’ l’orsetto lavatore della regione americana e, secondo una leggenda, vi deriverebbe pure per incrocio con un gatto americano. Tuttavia le ipotesi più accreditate lo fanno risalire a un incrocio tra i gatti americani e i gatti d’Angora portati dalle navi della Regina di Francia o quelli nordici portati dalle navi vichinghe. In ogni caso, l’aspetto è uno dei punti di forza di questo gatto a pelo semi-lungo.

Il carattere è il suo maggior pregio

Un altro punto di forza del Maine Coon è il carattere. Molto equilibrato, socievole e per nulla aggressivo, si adatta più facilmente di altri a condividere l’esistenza coi suoi simili e perfino coi cani. Si affeziona al suo proprietario e quando è con lui lo segue in tutti i suoi spostamenti. Non è un chiacchierone e, anz,i la sua voce è dolce e sommessa, in netto contrasto con la sua mole.

Si tratta infatti di un gatto tra i più grandi raggiungendo facilmente i 4-12 Kg. Ciò non gli impedisce comunque di essere un agile giocherellone, sempre elegante nei movimenti. Ama i grandi spazi aperti, ma non disdegna la vita in appartamento, soprattutto se il suo proprietario avrà cura di farlo uscire ogni tanto. Se abituato sin da piccolo potrebbe farlo anche al guinzaglio. 

Salute

Il Maine Coon è una razza naturale (non selezionata dall’uomo per incroci successivi) ed è quindi tendenzialmente forte e robusta. Tuttavia, esiste una certa predisposizione a sviluppare la cardiomiopatia ipertrofica (HCM) negli esemplari di questa razza. Si tratta di un patologia cardiaca causata dall’ispessimento delle pareti del cuore per cui la funzione di pompa del sangue diviene sempre più difficoltosa. L momento dell’acquisto si consiglia di chiedere all’allevaotore se nei consanguinei sono presenti casi della malattia. Non si ha comunque la certezza che in nostro gatto non si ammalerà, ma è un buon indizio.

Altro suo tallone d’Achille è il peso. Il Maine Coon è molto attivo e questo nei primi anni di vita riesce a tenere sotto controllo questa tendenza. Ma con l’avanzare dell’età questo diviene sempre più difficile, soprattutto se il gatto è stato sterilizzato.

Cura e Igiene

Il mantello del Maine Coon, non richiede cure ossessive nonostante sia lungo e folto. Una spazzolata una volt a settimana e un po’ più spesso nel periodo della muta saranno più che sufficienti.

Photo © CALLALLOO CANDCY - Fotolia.com

>>>LEGGI ANCHE:

 

Una palestra per il Maine Coon

Il Maine Coon è un gatto particolarmente atletico e attivo che rimane sempre uno spirito cacciatore. Per soddisfare questa sua indole naturale anche in casa o in appartamento è bene fornirgli mini palestre per gatti sviluppate su più piani.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI