Come realizzare un segnalibro ispirato al mare

Guida Guida

Guida al riuso di materiali "da spiaggia" per creare un segnalibro da tenere in vacanza o regalare

Il riuso è un metodo per creare una novità da qualcosa di vecchio, una nuova vita da un oggetto che non usiamo più. Ispirati dalle atmosfere del mare, creiamo oggi alcuni segnalibri che ci ricordino le vacanze una volta rientrati in città, un passatempo da condividere anche con i bambini.

I segnalibri così realizzati potranno essere utilizzati dai bambini e dai ragazzi dopo il rientro a scuola o come "cartolina" dal mare invece di un souvenir senza personalità.

Possiamo creare tipi differenti di segnalibro, partendo da materie prime molto facili da reperire al mare: legnetti, conchiglie, addirittura la sabbia!

Guida alla creazione di segnalibri unici, ispirati al mare

Segnalibro 1 - Sabbia: per realizzare questo segnalibro ci serve un pezzo di pellicola trasparente per alimenti, della colla e la sabbia. Ritagliamo una striscia di pellicola, passiamoci sopra la colla e cospargiamola di sabbia. Richiudiamo con un altro strato di pellicola e poi chiudiamo il tutto con scotch colorato. Attraverso lo strato trasparente la sabbia libererà i suoi colori e bagliori più belli, anche in inverno.

Segnalibro 2 - Conchiglie: in questo caso dobbiamo liberare la nostra creatività disegnando il mare su un pezzetto di cartoncino e poi fissare una conchiglia bucata ad una estremità con un pezzo di spago, magari consumato dal mare. Semplicissimo ma di grande effetto.

Segnalibro 3 - Rametto: un rametto levigato dal mare e dal vento diventa un segnalibro ideale semplicemente tagliandolo in due in senso verticale, creando quindi una superficie piatta da appoggiare sulla pagina.

In vacanza quest'anno facciamo scorta di materiali del mare, naturalmente solo dove si può e solo scegliendo oggetti senza valore naturale.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI