Come affrontare il parto con serenità

Guida Guida

Le future mamme lo sanno: è difficile tenere a bada l'ansia del parto. Ecco però come affrontare il parto con serenità, dalla scelta dell'ospedale ai corsi da frequentare.

Il parto è il momento più importante e delicato della gravidanza. Far nascere un bambino è infatti un momento cruciale per ogni donna, un momento che va affrontato con la massima serenità e cercando di arginare preoccupazioni, timori e dubbi.

Come durante la gravidanza, anche a ridosso del parto alla futura mamma potrà capitare spesso di sentirsi dare molti consigli da chi c'è già passata: attenzione però a non prendere tutto troppo alla lettera. Ogni donna e ogni parto è a sé e spesso i racconti si trasformano in pericolose leggende metropolitane prive di fondamento.

Ecco allora qualche utile consiglio per affrontare il parto con serenità.

Innanzitutto uno degli obiettivi è cercare di vivere il parto come un fatto naturale, nonostante tutte le precauzioni e l'assistenza specializzata che occorre per un parto sicuroCome ricordato da rapporto sullo Stato delle Madri nel mondo, presentato da Save the Children, tra gli elementi fondamentali che indica lo stato di benessere delle donne nel mondo, c'è proprio la qualità dell'assistenza durante la gravidanza, al momento del parto e nelle fasi immediatamente successive.

L'assistenza specialistica è l'indice più importante perchè una buona assistenza, competente e qualificata, significa assicurare la salute della mamma e del suo bambino. Durante la gravidanza, durante il parto e nei momenti immediatamente successivi.

prepararsi-al-parto

  • Quindi, è bene scegliere con cura e con la massima attenzione il medico e l'ostetrica che assisteranno la mamma durante il parto.
  • Inoltre è importante scegliere bene la struttura in cui partorire.  In linea generale, il ginecologo che segue la futura mamma durante la gravidanza è quello che rassicura di più per l'assistenza durante il parto. Normalmente quindi si sceglie come luogo, quello in cui opera il medico che ha seguito la futura mamma durante i mesi di attesa.
  • La struttura in cui si sceglie di partorire inoltre deve essere in grado di fornire assistenza immediata per qualsiasi imprevisto dovesse verificarsi. La scelta più sicura è un ospedale attrezzato per l'assistenza in caso di nascite premature, problematiche legate a particolari patologie legate al parto e complicazioni eventuali. È importante che sia una struttura con un reparto di terapia intensiva.
  • Partendo da questi presupposti, nell'ultimo trimestre di gravidanza, la futura mamma potrà poi dedicarsi a tutte quelle attività e percorsi che la aiutano a vivere con serenità, umanità e naturalezza il parto, insieme al suo compagno.  Si può scegliere tra moltissime formule di preparazione al parto, che ormai sono organizzate da strutture pubbliche come le ASL e associazioni private. Tra queste: lo yoga, l'acquagym, l'aromaterapia, la musicoterapia, corsi di educazione alla respirazione, i corsi di tecniche di rilassamento. Ognuna di queste discipline aiuta a ridurre le ansie psicologiche e ad imparare ad affrontare i momenti centrali del parto, dalle contrazioni, alla gestione della respirazione, alla gestione del dolore.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI