La ginecologa risponde: quando si ricorre all'aborto terapeutico?

Video Video
In presenza di gravi problematiche di salute della donna è possibile che si debba ricorrere all'aborto terapeutico

A domanda... Risposta!

Per aborto terapeutico si intende in Italia un aborto oltre il periodo di legge in cui è consentito l’aborto volontario e quindi si intende dopo i tre mesi circa, dopo le 13 settimane, quando ci sono dei gravi motivi di salute della madre. L’aborto terapeutico in genere si intende fino alle 20 settimane, perché dopo, tra le 20 e le 24 settimane si passa in realtà a un parto prematuro.
Ovviamente sono molto limitate le condizioni in cui questo può essere previsto e può essere accettato e viene sempre giudicato da un medico o un ginecologo o un ospedale. 

CREDITS

Operatori
Maurizio Poletti
Claudio Lucca

Montaggio
Giulia Cosma

Produzione
Caterina Sacchi

Esperta
Dott. Barbara Bonazzi, ginecologa

Si ringrazia
CED – Centro Educazione Demografica, via Amedei 13 – Milano www.consultorioced.it 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI