Psicologia del bambino: il ruolo dei genitori

Video Video
I consigli dell’esperta per imparare a relazionarsi con i propri figli: una video guida capire il ruolo di mamma e papà nella fase di sviluppo del bambino.

A domanda… risposta

Non me la sento di lasciare mio figlio da solo. E se cerca la mamma? Non è troppo piccolo?

La mamma continua a rappresentare, anche fisicamente, la sicurezza, il rifugio per il bambino, ed è lei, in prima persona, che lo accudisce, dopo averlo portato dentro di sé per nove mesi.

Ora che è nato, mi sento svuotata…

La nostalgia per la pancia non è inconsueta. Ma la funzione che una mamma ricopriva durante la gravidanza continua anche ora, attraverso non solo la cura, ma anche l’abbraccio, lo sguardo, il sorriso.

Forse mi preoccupo troppo e vorrei tenere tutto sotto controllo…

Preoccuparsi è una prerogativa materna, è un istinto che si affina con l’esperienza della maternità. Non è un aspetto negativo, perché è comunque garanzia che il neonato sia accudito in modo adeguato.

Mio figlio, crescendo, ama stare con gli altri e sembra che la mia presenza, a volte, non conti molto…
È naturale che il neonato dopo qualche mese di vita inizi a guardarsi intorno, ad aprirsi ad altre esperienze e a distogliere gli occhi dalla mamma. Questo non significa che la figura materna perde di valore. Anzi! È ancor più fondamentale, perché deve aiutarlo in questo passaggio, assumendo il ruolo di ponte fra sé e l’esterno. Il bambino esplora l’ambiente circostante e poi torna dalla mamma, perché in lei si sente sicuro e sempre accolto.

Mio marito si lamenta perché si sente escluso. È colpa mia?
Il padre ha un ruolo molto delicato: la sua presenza è fondamentale, pur non sentendosi il protagonista della scena. E non tutti riescono a capire quanto siano importanti sin dai primi giorni.

Qual è il ruolo del padre?
Il papà ha un ruolo duplice: deve aiutare e sostenere la mamma, assistendola nelle faccende pratiche e supportandola psicologicamente, e deve creare la relazione con il bimbo, che è meno connaturata rispetto a quella mamma-bambino. In questo senso il suo ruolo è assolutamente fondamentale e un padre non deve mai sentirsi escluso né geloso.

Si dice che la madre è più responsabile, il padre più giocherellone…

I papà vivono il rapporto con il figlio in modo diverso, non avendo avuto la responsabilità fisica di averli tenuti in grembo. Questo non significa che non si sentano responsabili per i loro figli, ma che hanno una visione e una posizione diversa e possono portare una ventata di freschezza, di leggerezza in casa. È importante che padre e figlio ricavino degli spazi in cui sviluppare la loro relazione, quindi che il papà si assuma dei compiti, trovi gli spazi in cui interagire con il bambino, accudendolo o giocando con lui. Ma è importante, anche, che la mamma rispetti questo spazio e lasci fare al padre.

CREDITS

Autore
Gaia Melotti

Regia
Claudio Lucca

Producer
Gaia Melotti

Interpreti
Luca Franchini
Gaia Melotti
Giulia Vacchina

Operatori
Angelo Camba
Claudio Lucca
Valentina Mele
Giuseppe Vetrano

Montaggio
Gaia Melotti
Fabrizio Parisi per Studio Effe

Esperto
Diana Jacini, psicologa e psicoterapeuta

In redazione
Laura Mauceri
Burak Ortahamamcilar

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI