Scuola: come gestire i rapporti con gli insegnanti

Guida Guida

Come gestire al meglio il rapporto con gli insegnanti dei bambini: riflessioni e consigli per affrontare una relazione delicata e fondamentale.    

Gestire i rapporti con gli insegnanti, a quanto ci racconta la cronaca, spesso è un percorso arduo e tortuoso, costellato a volte anche da tensioni e scontri.

  • Per fortuna, probabilmente nella maggior parte dei casi, le relazioni tra genitori e insegnanti sono positive e costruttive.

Ma in tutti i casi, imparare a gestire i rapporti con gli insegnanti è un passo fondamentale per l'educazione dei nostri figli.

  • E' a scuola infatti che i bambini trascorrono buona parte della loro giornata imparando non solo i numeri e le lettere, ma anche a relazionarsi con gli altri, a rispettare le regole, a comprendere i tanti aspetti che costituiscono il mondo di cui fanno parte.

In questo straordinario percorso di evoluzione gli insegnanti sono figure educative fondamentali, nel bene e nel male. Ma non possono sostituire il nostro ruolo di genitori, nè possono riuscire bene nel loro compito se noi non collaboriamo.

Ascolto, accoglienza, comprensione, dialogo, fiducia sono tutti valori fondamentali da tenere ben presenti quando ci relazioniamo con gli insegnanti dei nostri figli.

Perchè gli insegnanti, tranne rarissimi casi che rientrano però tra gli abusi e le devianze, non sono dei nemici ma al contrario degli alleati: sono i nostri migliori partner sulla strada della formazione dei nostri figli.

Una formazione che riguarda tutti gli aspetti: psicologico, sociale, culturale, umanistico.

Per costruire una buona relazione con gli insegnanti ricordiamo di:

  • Considerare che un insegnante ha studiato, si è preparato e si aggiorna per esserlo
  • Tenere a freno il nostro istinto di protezione per i figli e valutare oggettivamente il loro comportamento e il loro impegno scolastico
  • Parlare sinceramente, con apertura, fiducia e rispetto dei nostri dubbi, delle nostre perplessità, accettando il parere di chi sta con i nostri figli da un punto di osservazione privilegiato
  • Cercare occasioni di confronto e di relazione cordiale con gli insegnanti sul piano umano, perchè aiuterà ad affrontare tutto con maggiore serenità
  • Valutare serenamente il nostro operato come genitori e focalizzare l'attenzione sugli errori educativi che commettiamo e su come superarli
  • Avere cura del dialogo costante con i nostri figli e di essere per loro il miglior modello possibile
  • Cercare di costruire un rapporto di "squadra" con gli insegnanti mettendo al primo posto l'obiettivo principale: educare al meglio i nostri figli

Ogni genitore ha un'esperienza limitata come educatore, basata sul numero dei suoi figli. Un'insegnante, ogni anno, per tutta la sua vita professionale, fa esperienza con un numero di bambini almeno dieci volte superiore.

  • Forse anche questa può essere una valutazione da tenere a mente quando incontriamo gli insegnanti dei nostri figli.

Per approfondire, un libro ci può aiutare: Genitori e insegnanti - edizioni Astrolabio

Foto © JackF - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI