Giornate FAI di primavera: oltre 900 aperture straordinarie

Guida Guida

Il 19 e il 20 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera, una splendida occasione per scoprire il territorio italiano.

Una festa ormai giunta alla sua ventiquattresima edizione, che riscuote successo e ci fa capire che noi italiani amiamo il nostro Belpaese e i suoi tesori: sono le Giornate FAI di Primavera.

Si tratta di una manifestazione organizzata dal Fondo Ambiente Italiano, che dal 1975 tutela i beni della penisola e, dal 1993, ha deciso di istituire queste giornate per permettere a tutti di visitare e scoprire luoghi insoliti.

I volontari del FAI vi aspettano in 380 città italiane per mostrarvi 900 beni culturali 

I luoghi FAI sono molto disparati e si estendono da nord a sud: dal castello della Manta e dall’Oasi Zegna in Piemonte alla storica edicola di Mantova, fino ad arrivare alle varie ville lombarde (quella del Balbianello, villa Fogazzaro Roi, villa e collezione Panza, per citarne solo alcune) e al Castello di Avio in Trentino. Una vera perla è l’abbazia di San Fruttuoso, in Liguria, a due passi da Genova. Come dimenticare poi il negozio della Olivetti in piazza San Marco a Venezia. Insomma: ce n’è per tutti i gusti!

Il FAI tutela splendidi beni anche nell’Italia centrale: dal teatrino di Vetriano in Toscana, al parco di Villa Gregoriana a Roma, fino al bosco di San Francesco in Umbria.

Anche il sud è ricco di luoghi FAI: pensiamo al Giardino della Kolymbethra, vicinissimo alla Valle dei Templi, nel cuore della Sicilia o all'abbazia di Cerrate, nel bellissimo Salento, per non parlare di Casa Noha, a Matera, tra i secolari sassi della ‘città eterna’.

Per avere maggiori informazioni sulle attività del FAI e sulle Giornate di Primavera visitate il sito fondoambiente.it

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI